La missione dell’Università Vita-Salute San Raffaele è quella di rispondere alla domanda QUID EST HOMO?, nella convinzione che l’essere umano sia un unicum biologico, psicologico e spirituale. Tale missione si esplica come indagine sulle strutture biologiche essenziali, come cura delle manifestazioni patologiche, come scoperta delle potenzialità intellettuali, come scandaglio delle risorse spirituali

L’eccellenza – in campo clinico, come in quello della ricerca e della didattica – non si raggiunge senza un costante impegno.

L’Università Vita-Salute San Raffaele è una Università impegnativa, ispirata a principi religiosi e valoriali, nata per declinare l’ideale del fondatore in un progetto culturale ed educativo complesso.

Il criterio dell’eccellenza che da sempre la guida ha implicato la scelta di un numero limitato di studenti, ammessi tramite rigorose prove di ammissione, al fine di garantire un rapporto ottimale tra corpo docente e discente. Il piano didattico è concepito con la determinazione di azzerare il fenomeno dei fuori corso. La frequenza alle lezioni teoriche e alle esercitazioni pratiche è obbligatoria.

Tutto ciò in un contesto volto a favorire la crescita dello studente a 360° attraverso curriculum personalizzati, uno stretto dialogo studenti-docenti, lo sviluppo della capacità di analisi del proprio settore e di cura per l’altro, l’abitudine all’aggiornamento e alla riflessione sui delicati temi della contemporaneità (morte e sofferenza, bioetica, etica ambientale, degli affari, della politica, ecc…) e un piano di studi attento a conciliare le esigenze di formazione con quelle di attenzione per le personali attitudini e vocazioni.

La Politica della Qualità si è da sempre data degli obiettivi fondamentali molto precisi rispetto a cui ha voluto misurare anche quantitativamente dei propri indicatori di qualità

INDICATORI E OBIETTIVI DELLA QUALITA’ UNISR

Autori principali della Qualità

In accordo con la Politica di Qualità dell’Ateneo Vita-Salute San Raffaele e con le linee guida dell’ANVUR, il ruolo di autori principali del Processo di Autovalutazione viene attribuito a:

Presidio di Qualità di Ateneo: nella sua composizione che vede coinvolte componenti accademiche, amministrative e studentesche e le cui competenze, in accordo con il documento AVA possono essere cosi’ sintetizzate:

  • consulenza agli organi di governo dell’Ateneo ai fini della definizione e dell’aggiornamento della politica per l’AQ e dell’organizzazione per la formazione e la ricerca e per la loro AQ;
  • definizione e aggiornamento degli strumenti per l’attuazione della politica per l’AQ dell’Ateneo, con particolare riferimento alla definizione e all’aggiornamento dell’organizzazione (processi e struttura organizzativa) per l’AQ della formazione dei Corsi di Studio e della ricerca delle Facoltà;
  • organizzazione e gestione delle attività di formazione del personale coinvolto nell’AQ della formazione e della ricerca (in particolare organi di gestione dei Corsi di Studio);
  • sorveglianza e monitoraggio del regolare e adeguato svolgimento delle procedure di AQ per le attività di formazione (con particolare riferimento alla rilevazione delle opinioni degli studenti, dei laureandi e dei laureati, al periodico aggiornamento delle informazioni contenute nella Scheda Unica Annuale Corsi di Studi, alle attività periodiche di riesame dei Corsi di Studio e all’efficacia delle azioni correttive e di miglioramento) e di ricerca (con particolare riferimento al periodico aggiornamento delle informazioni contenute nella Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale), in conformità a quanto programmato e dichiarato, e promozione del miglioramento della qualità della formazione e della ricerca;
  • supporto ai Corsi di Studio e ai Dipartimenti (e alle eventuali Strutture di raccordo) per le attività comuni;
  • supporto alla gestione dei flussi informativi e documentali relativi all’assicurazione della qualità con particolare attenzione a quelli da e verso Organi di Governo dell’Ateneo, NdV, Commissioni Paritetiche Docenti-Studenti, Dipartimenti e Corsi di Studio

 

Nucleo di Valutazione: nella sua composizione che vede coinvolte componenti accademiche, amministrative esterne e interne e studentesche

  • valutazione della politica per l’assicurazione della qualità dell’Ateneo, con particolare riferimento alla sua coerenza con gli standard e le linee guida europee e nazionali e alla sua compatibilità con le risorse disponibili;
  • valutazione dell’adeguatezza e dell’efficacia dell’organizzazione (processi e struttura organizzativa) dell’Ateneo per la formazione e la ricerca e per l’AQ della formazione e della ricerca;
  • valutazione dell’adeguatezza e dell’efficacia del sistema di AQ dei Corsi di Studio e dei Dipartimenti;
  • Valutazione della messa in atto e della tenuta sotto controllo dell’AQ della formazione e della ricerca a livello di Ateneo, Corsi di Studio, Dipartimenti ed eventuali Strutture di raccordo, anche con riferimento a se e come vengono tenuti in considerazione:
  • le indicazioni e raccomandazioni provenienti da studenti, laureati e personale, con particolare riferimento ai risultati dei questionari relativi alla rilevazione della loro soddisfazione, da parte dei Corsi di Studio;
  • le Relazioni annuali delle Commissioni Paritetiche Docenti-Studenti e del NdV da parte del Presidio della Qualità e degli Organi di Governo dell’Ateneo;
  • le proposte e indicazioni del Presidio di Qualità di Ateneo da parte degli Organi di Governo dell’Ateneo, dei Corsi di Studio, dei Dipartimenti e delle eventuali Strutture di raccordo;
  • valutazione dell’efficacia complessiva della gestione per la qualità della formazione e della ricerca, anche con riferimento all’efficacia degli interventi di miglioramento;
  • formulazione di indirizzi e raccomandazioni volti a migliorare la qualità delle attività di formazione e di ricerca dell’Ateneo;

 

Commissioni Paritetiche

  • Le commissioni paritetiche sono nominate annualmente tra il 1 ed il 30 giugno dal Senato Accademico su proposta dei Consigli di Corso di Laurea e Laurea Magistrale e del Consiglio di Facoltà e sono composte da docenti e studenti in numero uguale. La composizione minima delle commissioni deve essere pari a 4. E’ necessario che nella CP sia chiaramente identificato il Responsabile e non siano presenti membri già appartenenti ai Gruppi di Riesame. Le CP posso essere riconfermate di anno in anno fino ad un massimo di tre anni.

Hanno i seguenti compiti:

  • Proposta al Nucleo di Valutazione per il miglioramento della qualità e dell’efficacia delle strutture didattiche;
  • Attività divulgativa delle politiche di qualità dell’ateneo nei confronti degli studenti
  • Monitoraggio degli indicatori che misurano il grado di raggiungimento degli obiettivi della didattica a livello di singole strutture
  • Analisi e proposte su efficacia dei risultati di apprendimento attesi in relazione alle funzioni e competenze di riferimento (coerenza tra le attività formative programmate, i crediti formativi a queste assegnati e gli specifici obiettivi formativi programmati)
  • Le commissioni paritetiche docenti-studenti redigono annualmente una relazione che contiene il resoconto delle attività di cui ai punti a, b, c e d di questo stesso paragrafo.

 

Gruppo di Riesame:

Ai fini dell’organizzazione dell’autovalutazione consequenziale e coerente con la normativa AVA che con quella UNI EN ISO 9001 il processo di valutazione è stato articolato secondo un’ architettura molto semplice che vede una principale distinzione tra processi primari e processi secondari

 

I processi “primari” sono quelli che riguardano direttamente “quanto offerto allo studente” in termini di processo formativo e amministrativo, mentre i processi “secondari” sono sempre rivolti agli studenti ma per aspetti concernenti a “quanto internamente organizzato e attuato a supporto della qualità dei servizi offerti”, e si articolano I processi “principali” sono stati progettati in forma modulare e sono tra essi indipendenti; i processi “secondari” sono stati progettati in forma modulare e sono tra essi interconnessi. Per i dettagli si rimanda a Il Sistema di Gestione Qualità quale strumento a supporto dell’attuazione delle direttive legislative Universitarie.

Il sistema puo’ essere facilmente visualizzato in una mappa dei processi come nella seguente rappresentazione schematica.

MAPPA DEI PROCESSI

Certificato CSQ IQnet

CSQ-IQNet_IT

L’Università Vita-Salute San Raffaele, al fine di un’ottimale definizione dei processi, ha attivato nel corso del 2004 un progetto di certificazione ai sensi delle normative ISO 9001:2000 e successive evoluzioni. Lo sviluppo dei progetti di certificazione implica, da parte del vertice dell’Ateneo, l’approvazione della politica e dei conseguenti obiettivi di qualità, nonché l’individuazione dei perimetri di certificazione (aree da certificare) e comporta l’attribuzione di un incarico ad una società esterna abilitata, ai sensi delle normative vigenti, al rilascio delle certificazioni.
La società di certificazione incaricata (IMQ S.P.A.) ha rilasciato in data 13 gennaio 2006 il certificato CSQ N. 9175.UVSR relativo ai Servizi Gestionali ed al Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Il rilascio di questa prima certificazione è stato il frutto di un lungo ed impegnativo lavoro di definizione ed ottimizzazione dei processi finalizzati alla soddisfazione dei clienti ed all’eccellenza della didattica e dei servizi di Ateneo.
Nel mese di dicembre 2006 è stata richiesta l’estensione della certificazione ai servizi della Direzione Amministrazione e Servizi ed al Corso di Laurea in Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche. Pertanto il certificato rilasciato in data 2 febbraio 2007 si estende ai Servizi Gestionali ed ai Corsi di Laurea in Scienze Psicologiche ed in Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche.
Nel mese di gennaio 2010 l’Ateneo ha ottenuto il rinnovo della certificazione in base alla nuova norma ISO 9001:2008.
Dal 21 dicembre 2010 il perimetro di certificazione viene esteso a: Progettazione ed erogazione di attività didattiche per i Corsi di Laurea e di Laurea Magistrale delle Facoltà di Medicina e Chirurgia, di Psicologia, di Filosofia. Servizi Gestionali.
Dal 6 marzo 2013 il perimetro di certificazione viene ulteriormente esteso a: Progettazione ed erogazione di attività didattiche per i Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica/Magistrale, Scuole di Specializzazione, Master. Servizi Gestionali.
Dal 13 gennaio 2014 il perimetro di certificazione viene ridefinito e ampliato: Processo di Autovalutazione, Valutazione periodica, Accreditamento. Corsi di Laurea, Laurea Magistrale, Scuole di Specializzazione e Master, Servizi Gestionali.

Quest’ultima estensione consente all’Università Vita-Salute San Raffaele di essere il primo ateneo a certificare le modalità di gestione del Processo di autovalutazione, valutazione periodica, accreditamento, previsto dalle norme ministeriali e dalle direttive dell’ANVUR.

> Certificato CSQ IQnet 2016 IT

> Certificato CSQ IQnet 2016 ENG

 


Il Sistema di Gestione Qualità quale strumento a supporto dell’attuazione delle direttive legislative Universitarie.

FACOLTA’ DI FILOSOFIA – Valutazione della didattica

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE FILOSOFICHE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN FILOSOFIA DEL MONDO CONTEMPORANEO

FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA – Valutazione della Didattica

FACOLTA’ DI PSICOLOGIA – Valutazione della didattica