Il Laboratorio Filosofia Impresa è un think tank dove imprenditori e alti vertici aziendali possono dialogare e approfondire tematiche di vario genere e natura con uno dei gruppi di filosofi più attivo, giovane e conosciuto d’Italia.

La sua mission è quella di “far gocciolare”, mediante una sorta di “Philosophical Trickle down effect”, il sapere filosofico all’interno dell’imprese.

La sua vision è quella di contribuire a diffondere la consapevolezza che, per uscire dalla spirale del pensiero unico, dei modelli precostituiti, del benchmarking, delle formule fatte e replicate senza pensiero alcuno, non vi sia altra via se non quella della riflessione filosofica: l’unica strada oggi percorribile per (ri)trovare nuove idee, nuovi spunti, nuove vie.

Il Laboratorio è coordinato da Norman La Rocca ed è composto dai rappresentanti dei 4 centri di ricerca di Facoltà (CRESA, CeSEP, PERSONA, CRISI), i quali fungono sia da “motore”, mettendo a disposizione le loro expertise ed i loro strumenti per la realizzazione delle attività previste dal Laboratorio, sia da comitato scientifico del laboratorio stesso.

Il laboratorio Filosofia Impresa nasce dalla convinzione che, in un momento storico come quello attuale, in cui pare essere indifferibile una ridefinizione generale dei modelli d’agire delle imprese, sia di straordinaria importanza rivedere, in primo luogo, il loro sistema di pensiero.

In questo contesto, il Laboratorio Filosofia Impresa si propone come un incubatore di idee: vere, profonde, sostanziali. Che trascendono la pratica ma che proprio per questo la alimentano; che stimolano la riflessione e che la applicano a situazioni e fatti concreti; che spingono le imprese ad andare oltre i modelli di gestione aziendale tradizionali e che quindi forniscono loro un enorme vantaggio competitivo: quello di chi riesce ad andare oltre il pensiero dominante, aprendosi così al successo e alla generazione di nuovi fatturati.

Un Laboratorio che non desidera, tuttavia, esaurire il suo effetto nello specifico confronto o nella specifica ricerca volta a sviluppare nuove idee e nuove progetti  ma che si pone il più ampio e nobile obiettivo di insegnare un metodo – quello intrinseco al pensiero concreto – grazie al quale le imprese possano guardare il mondo con un nuovo paio di lenti: quelle che consentono di analizzare la realtà secondo un nuovo paradigma. Da questa nuova prospettiva saranno quindi individuabili ulteriori idee, ulteriori stimoli, ulteriori spunti che aiuteranno l’impresa, nei rispettivi mercati e negli specifici ambiti di competenza, a pensare anche in termini alternativi rispetto alle prassi consolidate.

Il concetto di “Pensiero Concreto” è il cardine su cui si innesta l’offerta formativa dell’intera Facoltà di Filosofia UniSR. Esso sostanzia l’idea di una filosofia che anzitutto pensa le pratiche e le culture del mondo contemporaneo in chiave critica e propositiva e che mira a formare menti creative, organizzative e progettuali capaci di competere a livello internazionale nella ricerca, nella cultura, nella politica e nel mondo della produzione, dalle piccole imprese alla grande industria.

Il Laboratorio prevede tre livelli di interazione impresa-filosofia:

Didattica

1. Didattica. A questo primo livello il Laboratorio si pone come percorso formativo standard, d’ausilio e/o integrato ad altri corsi monografici, il cui obiettivo è quello di approfondire il ruolo del pensiero nella gestione d’impresa, portando all’attenzione degli studenti casi di aziende che, anche grazie alla riflessione filosofica, sono riuscite a sviluppare nuove idee e nuovi approcci nelle aree della gestione strategica d’impresa, della ricerca e sviluppo, delle risorse umane, del marketing, della comunicazione e della Responsabilità Sociale d’Impresa.

Nello specifico, a questo primo livello di interazione Facoltà/Impresa, l’attività del Laboratorio si sostanzia in:
a. Testimonianze aziendali aperte a tutti gli studenti della Facoltà
b. Creazione di occasioni di interazione fra studenti e imprese anche a scopi professionali

Approfondimento culturale

2. Approfondimento culturale. A questo secondo livello di interazione il Laboratorio si pone come  luogo di approfondimento culturale su temi di alto profilo come la globalizzazione, il valore sociale delle imprese, la responsabilità sociale, l’evoluzione del consumo, i profili culturali del nuovo capitalismo, ecc. Attività che consente ai Centri di Ricerca di poter lavorare, arricchendosi,  su tematiche attuali e di rilevanza per l’impresa e che, parimenti, permette alle imprese di iniziare un percorso di approfondimento culturale volto alla generazione di nuove idee

Nello specifico, a questo secondo livello di interazione Facoltà/Impresa, l’attività del Laboratorio si sostanzia in:
a. Incontri, dialoghi e conversazioni fra i docenti / ricercatori della Facoltà e i dirigenti delle imprese intervenute su tematiche che, anche in relazione a quanto emerso nel corso della testimonianza, potrebbero risultare di interesse per l’impresa.
b. Proposizione ed elaborazione di nuove idee e di nuovi concetti per l’impresa e i suoi mercati.
c. Seminari e convegni sui temi affrontati

Realizzazione di interventi ad hoc

3. Realizzazione di interventi ad hoc. Qualora richiesto, il Laboratorio si rende disponibile, a questo terzo e ultimo livello di interazione, a realizzare ricerche e studi a pagamento sulle tematiche eventualmente emerse nel corso del primo e del secondo livello di interazione. Gli eventuali introiti, oltre a coprire i costi della ricerca, andranno a finanziare borse di studio o assegni di ricerca, in un circolo virtuoso volto a tutelare e a promuovere la ricerca scientifica.

Nello specifico, a questo terzo livello di interazione Facoltà/Impresa, l’attività del Laboratorio si sostanzia in:
a. Realizzazione di ricerche su commissione
b. Realizzazione di pubblicazioni ad hoc
c. Eventuale formazione sui temi indagati

l Laboratorio è coordinato da Norman La Rocca
larocca.norman@unisr.it

E’ composto dai rappresentanti dei 4 centri di ricerca di Facoltà (CRESA, CeSEP, PERSONA, CRISI), i quali fungono sia da “motore”, mettendo a disposizione le loro expertise e i loro strumenti per la realizzazione delle attività previste dal Laboratorio, sia da comitato scientifico del laboratorio stesso.

Studio aperto
14 ottobre edizione delle ore 17,30

Studio aperto
19 marzo edizione ore 12.25