Le Facoltà di Filosofia e di Psicologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele sviluppano da sempre la propria ricerca attraverso linee che, pur seguendo tradizioni e metodologie distinte, si intersecano in numerose aree. Questo intreccio ha generato nel tempo progetti di ricerca comuni, scambi di competenze e insegnamenti condivisi. Mentre si può individuare l’area di più forte integrazione nel settore delle neuroscienze, ambito di vivo interesse per la filosofia (in settori come la filosofia della mente, la neuroetica, la filosofia delle scienze cognitive e del linguaggio) e la psicologia (nelle neuroscienze cognitive, la teoria delle decisioni, lo studio della cognizione e dello sviluppo, la linguistica), il Dottorato si propone di approfondire le interazioni anche fra settori apparentemente più distanti, come da un lato l’antropologia filosofica e la storia del pensiero (in cui ha sempre svolto un ruolo centrale la nozione ora desueta di anima) e dall’altro la psicologia cognitiva, lo studio sperimentale della razionalità e del linguaggio, l’analisi empirica dei processi cognitivi e delle relazioni sociali.

Queste interazioni possono essere ricondotte ad alcuni fondamentali cespiti originari, da sempre presenti nelle rispettive Facoltà: l’interesse per le questioni metafisiche ed estetiche del pensiero occidentale, in particolare in riferimento alle dimensioni essenziali dell’essere umano; l’interesse per la filosofia classica (con particolare riferimento alla patristica e alla sua antropologia tripartita in corpo, anima e intelletto) e per quella moderna come origine e luogo di convergenza delle scienze umane contemporanee; l’interesse per le questioni etiche e per i valori morali e politici del mondo contemporaneo, che trovano nella nozione di persona e di personalità un’essenziale cifra riassuntiva, dall’antichità all’età contemporanea; l’interesse per le questioni del linguaggio, della cognizione e della decisione, oggi terreno di fecondissima cooperazione fra le scienze del cervello e quelle dei concetti; l’interesse per il funzionamento dei sensi e della mente umana, oggetto di studi di carattere filosofico e psicologico ad un tempo, come nella fenomenologia e nella psicologia cognitiva.

Gli strumenti d’indagine comprendono tanto la riflessione storico-filosofica e l’analisi concettuale, quanto il metodo sperimentale e le tecniche più avanzate di ricerca in neuroscienze. Nel rispetto dei rispettivi oggetti d’indagine per ciascun progetto di ricerca all’interno del Dottorato, i metodi e gli strumenti saranno messi egualmente a disposizione dei dottorandi, stimolando nei giovani studiosi un approccio interdisciplinare e la formazione di un punto di vista in grado di compiere sintesi originali e solidamente argomentate sulle varie dimensioni della vita e dell’esperienza umana.

Il Corso di Dottorato di Ricerca in Filosofia e Scienza della Mente accoglie al suo interno quattro Curricula:

Storia delle Idee, Metafisica ed Estetica

Etica e Filosofia della Persona

Filosofia della Mente, della Cognizione e del Linguaggio

Psicologia