Etica e Filosofia della Persona

Bellini Bianca
E-mail
: biancabellini@gmail.com
Nel 2015 discute presso l’Università Vita-Salute San Raffaele la tesi magistrale dal titolo Mondi letterari come immagini verbali: una scommessa per il lettore. In continuità con gli studi svolti nel triennio e nella specialistica, il suo progetto di ricerca mira ad esaminare le svariate e differenti applicazioni del metodo fenomenologico: suo interesse primario è il possibile impiego di un simile metodo nell’ambito letterario al fine di elaborare un nuovo approccio di lettura alle opere letterarie e di creare lo spazio per un nuovo campo disciplinare ben distinto dalla filosofia della letteratura, ovvero “filosofia fenomenologica e letteratura”. In questa cornice tematica si colloca il suo intervento presso il convegno Frontiers in the Philosophy of Literature University of Southern Denmark (Odense, 25-26 settembre 2015) dal titolo Literary Worlds: per se Real and Potentially Existing. Nucleo del suo progetto è l’esperienza (Erlebnis) di lettura di opere letterarie e la sua ricerca mira ad individuare le connessioni tra una simile esperienza, da una parte, e, dall’altra parte, le risposte emotive del lettore, la sua individualità personale, l’individualità sociale dei soggetti plurali di cui è parte ed, infine, il processo cognitivo innescato dall’atto di lettura.
Dal 2015 è membro di The Nordic Society for Phenomenology (Copenhagen) e di Centro di ricerca in Fenomenologia e Scienze della Persona – PERSONA (Milano).

Filosofia della Mente, della Cognizione e del Linguaggio

Laura Caponetto
E-mail:
lauracaponetto@gmail.com
Interessi di ricerca: Pragmatica del linguaggio, Teoria degli atti linguistici, Studi di genere.
Da novembre 2015 è dottoranda in Filosofia della Mente, della Cognizione e del Linguaggio presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.
Nel novembre 2013, ha conseguito la Laurea in Filosofia presso l’Università di Catania, con una tesi su mente e linguaggio negli animali non umani (“Il riscatto della bête-machine”; relatore: prof. Alberto G. Biuso) e, nel settembre 2015, la Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, con una tesi su pornografia e atti linguistici (“Pornografia e atti linguistici. Una rilettura in chiave searliana delle tesi di MacKinnon”; relatrice: prof.ssa Claudia Bianchi).
Nell’ottobre 2013, ha inoltre conseguito il Diploma Accademico in Pianoforte presso l’Istituto Musicale “Vincenzo Bellini” di Catania.
La sua ricerca si svolge principalmente negli ambiti della pragmatica e della filosofia del linguaggio femminista. Il suo progetto si inserisce nel dibattito su hate speech, censura e libertà di espressione e ha come obiettivo quello di fornire un resoconto adeguato di ciò che gli hate speakers “fanno con le parole” – con particolare riferimento ai produttori di pornografia e ai parlanti ordinari che fanno uso di epiteti denigratori – alla luce delle teorie degli atti linguistici di Austin e Searle.

Metafisica ed Estetica

Chiara Boldorini

E-mail: c.boldorini@studenti.unisr.it

Chiara Boldorini (Milano 1991) è dottoranda in Metafisica ed Estetica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano dal novembre 2015. Ha conseguito la laurea triennale con lode presso la medesima università nel luglio 2013, discutendo un elaborato dal titolo L’Uno in immagine. Marsilio Ficino e Sandro Botticelli (relatore: Dott. Francesco Valagussa). A seguito della collaborazione con il Museo d’Arte Antica milanese iniziata nel settembre 2014, si è sviluppato il progetto di tesi magistrale, discusso nel luglio 2015 sotto la supervisione del Dott. Francesco Valagussa e della Dott.ssa Laura Basso, conservatore museale (titolo della tesi: I molti volti della Ninfa. Una lettura warburghiana dell’opera di Agostino di Duccio; votazione finale: 110/110 e lode). Un estratto della tesi magistrale è stato discusso presso il Centro studi ClassicA dell’Università IUAV di Venezia. Interessi di ricerca: approccio interdisciplinare ai temi del simbolismo rinascimentale e dell’estetica del Sacro medievale. Pubblicazioni: C. Boldorini, Il valore della condivisione, modello per una società conviviale, abstract presentato durante il convegno Cibo, culture, religioni presso Centro Culturale San Fedele, Milano, 20 novembre 2014; C. Boldorini, «Non troppo di noi andrà perduto». Le immagini come luogo di esperienza, “Giornale critico di Storia delle Idee” n. 12 (in press).

Storia delle Idee

Caterina Piccione

E-mail: caterina.piccione@hotmail.it
Caterina Piccione (Como, 1989) è dottoranda in Storia delle Idee. Nel 2012 ha conseguito la Laurea Triennale in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano con una tesi sul significato della nascita dell’arte a partire dalle riflessioni della filosofia francese contemporanea sulla grotta di Lascaux. Nel 2013 ha conseguito il Master 1 in Philosophie et Épistémologie presso l’Université Blaise Pascal di Clermont-Ferrand, con una dissertazione sul teatro contemporaneo intitolata “Le corps contre le spectacle”. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche presso l’Università Vita-Salute San Raffaele discutendo una tesi dal titolo “Autoritratto senza organi. Scrittura e corpo-teatro di Antonin Artaud” sotto la supervisione del prof. Andrea Tagliapietra. Dal 2015 collabora con il Giornale Critico di Storia delle Idee e con il Centro di Ricerca Interdisciplinare di Storia delle Idee (CRISI). Lavora alla traduzione e alla curatela di alcune pièces teatrali francesi, fra cui “Montesquieu a Marsiglia” di L. S. Mercier (collana Biblioteca della polvere, Il Prato, Padova, in press). Le sue ricerche intrecciano filosofia e teatro, incentrandosi sulla relazione fra personaggio e processi di soggettivazione.

Etica e Filosofia della Persona

 Marta Boniardi

 email: boniam92@gmail.com

Laureata triennale all’Università degli Studi di Milano con una tesi in storia della filosofia medievale, completa la propria formazione presso la facoltà di filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Nel corso degli studi magistrali si avvicina all’etica pubblica, e discute una tesi sulle problematiche etiche della psichiatria pubblica italiana (Il sistema psichiatrico italiano: riflessioni di etica pubblica. Relatore: Professoressa Roberta Sala). Laureata magistrale con lode nel luglio 2016, è dall’ottobre dello stesso anno dottoranda in Etica e Filosofia della Persona presso la stessa Università. Si occupa di etica della psichiatria, con particolare attenzione alle tematiche della psichiatria culturale. Nello svolgimento della propria attività di ricerca collabora con l’associazione milanese Casa della carità e con il Centro Studi Sofferenza Urbana ad essa connesso

Filosofia della Mente, della Cognizione e del Linguaggio

Giovanni Marco Martino

Email: g.martino1@studenti.unisr.it

Interessi di ricerca: Filosofia della matematica fregeana, principi di astrazione, oggetti astratti, fondamenti della matematica.

Da ottobre 2016 è dottorando in Filosofia nel curricula ‘Filosofia della Mente, della Cognizione e del Linguaggio’ presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.

Nel luglio 2013, presso l’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, ha conseguito la laurea triennale in Filosofia con una tesi dal titolo “Analitico, a priori e necessità: Frege e i Fondamenti dell’Aritmetica”, relatore: prof.ssa Eva Picardi. Nel marzo 2016, nello stesso ateneo, ha conseguito la laurea magistrale in Filosofia con una tesi dal titolo “Principio del contesto e oggetti astratti fregeani”, relatore: prof.ssa Eva Picardi, correlatore: prof.ssa Francesca Boccuni.

Il suo progetto di ricerca in Filosofia della Matematica è incentrato su una teoria formale degli oggetti astratti fregeani tramite l’uso del principio del contesto di Frege e dell’intuizione di Boolos e Zalta che i principi di astrazione fregeani fanno affidamento su un’assunzione esplicita di esistenza. L’intento è ricostruire all’interno di tale framework parte della teoria degli insiemi e dell’analisi reale.

Metafisica ed Estetica

Antonella Carbone

Antonella Carbone ( Barletta 1992) è dottoranda in Metafisica ed Estetica presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Nel 2013 Ha conseguito la laurea triennale presso l’Università degli studi di Bari in Ermeneutica Filosofica (relatore: Professor Ferruccio De Natale), approfondendo il rapporto tra il Nietzsche delle Considerazioni Inattuali ed il Nichilismo nella tesi “Nietzsche e la verità di Circe: la genealogia applicata alla nascita della tragedia” e nel 2016 la laurea magistrale presso l’Università degli studi di Padova (relatore: Professor Gaetano Rametta) con una tesi in Storia della filosofia contemporanea intitolata “La dottrina della religione in Fichte nel periodo 1798-1811”, entrambe conseguite con votazione 110/110 con lode.

Nel suo percorso accademico ha avuto la possibilità di approfondire le tematiche di suo interesse anche all’estero, grazie all’esperienza Erasmus presso l’Albert-Ludwig Universität di Friburgo in Brisgovia [Germania].
I suoi interessi di ricerca vertono su Fichte e l’idealismo tedesco, il romanticismo e l’estetica, il Nichilismo nelle sue declinazioni teoretica e pratica, infine Nietzsche.