Il XXIV Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari delle discipline odontostomatologiche si è tenuto quest’anno presso il Centro Congressi San Raffaele, nelle vesti di Presidente del Collegio il Prof. Enrico Gherlone, Ordinario di Malattie Odontostomatologiche, Presidente del Corso di Laurea in Odontoiatria e Vicepreside della Facoltà di Medicina e Chirurgia presso il nostro Ateneo.

Tema generale del Congresso è stato “La sfida estetica in Odontoiatria”, argomento di sempre maggiore rilievo e interesse a livello sia nazionale che internazionale. Nell’ambito dell’evento, che da sempre rappresenta un’occasione unica di scambio di esperienze e conoscenze tra le numerose Università Italiane che aderiscono, si sono susseguiti importanti interventi da parte di relatori di fama nazionale e internazionale.

Sono stati presentati oltre quattrocento poster con i quali, gli studenti di Odontoiatria ed i professionisti hanno illustrato le attuali evidenze scientifiche e i risultati delle ricerche delle varie scuole.
Come nelle precedenti edizioni, la Dental School del San Raffaele ha messo in luce l’efficacia del proprio impegno negli ambiti della ricerca e dell’avanguardia in campo clinico.

Gli studenti della nostra Università si sono distinti per partecipazione ed entusiasmo ed hanno conseguito importanti riconoscimenti, aggiudicandosi premi di rilievo, in linea con l’eccellenza che da sempre caratterizza il nome del polo del San Raffaele. La Dental School ha infatti ottenuto 4 premi come Miglior Poster, ben 6 Menzioni d’Onore ed ha vinto il premio Teté per la migliore ricerca scientifica.

Il primo premio nella sessione CHIRURGIA ORALE è stato assegnato a Giulia Tetè, che ha presentato il suo lavoro dal titolo “Analisi morfostrutturale a lungo termine di innesti di osso autologo extraorale”.

Nella sessione ENDODONZIA, invece, Paolo Albertini ha ricevuto la Menzione d’Onore grazie al suo lavoro intitolato “Analisi comparativa tra due cementi canalari bioceramici sperimentali riguardo il sigillo apicale, la bioattività e la biocompatibilità”. Altra Menzione d’Onore è stata ricevuta da Alessandra Lissone che ha presentato il suo lavoro “Infiammazione orale e sistemica nelle pazienti gravide normopeso e obese” nella sessione PREVENZIONE ED IGIENE DENTALE.

Il primo premio nella sessione MATERIALI DENTARI è stato vinto da Adriana Brenna che ha presentato il suo lavoro intitolato “Comportamento meccanico di restauri occlusali in resina composita a spessori ridotti realizzati con sistematiche CAD-CAM”.

Nella sessione ORTOGNATODONZIA, invece, la Dental School si è aggiudicata due premi, grazie al lavoro di Fabiola Toma intitolato “Analisi delle correlazioni tra crescita delle vertebre cervicali e eruzione dentaria: studio cieco multicentrico” che è stato premiato come Miglior Poster e a quello del Dott. Claudio Ciuffreda intitolato “Sorridere alle OSAS: come un appropriato approccio diagnostico permetta il trattamento delle OSAS con l’uso esclusivo di dispositivi orali” che riceve la Menzione d’Onore.

Nella sessione PATOLOGIA E MEDICINA ORALE la Menzione d’Onore è stata conferita a Beatrice Mainardi per il suo lavoro intitolato “Lingua geografica: un semplice algoritmo diagnostico per il giovane clinico”.

Anche per quanto riguarda la sessione IMPLANTOLOGIA la Dental School si è distinta con due Menzioni d’Onore, grazie al lavoro di Maria Chiara Francia, intitolato “Riabilitazione implanto-protesica in pazienti HIV-positivi: confronto tra due diverse rugosità di superficie impiantare” e a quello di Luca Cisternino, intitolato “Efficacia clinica dell’utilizzo di abutment trattati con sistema plasma-argon versus pilastri sterilizzati in autoclave o disinfettati in clorexidina: trial clinico randomizzato in triplo cieco”.

Anche quest’anno il Dott. Federico Mandelli è stato premiato come Miglior Poster nella sezione ODONTOIATRIA DIGITALE per il suo lavoro intitolato “Scansione di arcate complete: influenza dell’algoritmo di stitching sull’accuratezza”.

Inoltre il Premio Tetè per la miglior ricerca scientifica, è stato conferito a Silvia Galli per il lavoro dal titolo “Indice di sopravvivenza delle riabilitazioni ‘All-on-four’ in pazienti HIV-positivi”.

Come sempre, la sessione poster ha dimostrato l’impegno degli studenti nel settore della ricerca odontoiatrica, i quali hanno presentato e discusso numerosi lavori di elevato profilo scientifico, i cui abstract sono stati pubblicati come supplemento della Rivista “Journal of Osseointegration”, indicizzata su Scopus.

Ti potrebbero anche interessare

I nostri primi Laureati della Dental School
L’Odontoiatria UniSR al servizio dei terremotati di Norcia: torna Overland for Smile
Chiuse le iscrizioni alla Scuola di Specializzazione in Chirurgia Orale dell’Università Vita-Salute San Raffaele.

Bossi