L’Università Vita-Salute San Raffaele, classificata tra le migliori Università Italiane per la ricerca scientifica, offre un programma di Dottorato finalizzato a fornire una guida, un supporto e una formazione eccellente ai laureati interessati a comprendere i processi molecolari alla base delle malattie umane e a contribuire all’elaborazione di nuove terapie.

Il Corso di Dottorato in Medicina Molecolare opera nell’ambito dell’ Istituto Scientifico San Raffaele, uno dei più grandi istituti di ricerca biomedica in Italia e rinomato a livello internazionale

Il corso consiste in 36 mesi di studio e ricerca a tempo pieno, e consente agli studenti di lavorare su un importante progetto di ricerca in uno degli oltre 100 laboratori di ricerca presenti nel nostro Istituto. L’Obiettivo del Corso è offrire agli studenti un’eccellente formazione per lavorare nella ricerca di base, clinica e industriale.

Il Corso di Dottorato Internazionale di Ricerca in Medicina Molecolare si divide in quattro Curricula, che coprono ampi settori della Medicina Molecolare:

> Fisiopatologia Cellulare e Molecolare
> Immunologia e Oncologia di Base e Applicate
> Medicina Clinica Sperimentale
> Neuroscienze e Neurologia Sperimentale

È previsto inoltre un Programma trasversale di Terapia Genica e Cellulare, che offre una formazione agli studenti dei quattro curricula con interessi specifici nelle malattie genetiche e nello sviluppo di nuove terapie geniche e cellulari.

 

Coordinatore del Dottorato: Prof. Fabio Grohovaz

 

Le procedure di ammissione per l’ a.a. 2017/2018 sono in svolgimento ma sono scaduti i termini per la presentazione delle domande

La pubblicazione delle graduatorie per la prima fase di valutazione è prevista  per il 11 settembre 2017

I colloqui sono invece previsti tra il 18 e il 20 settembre 2017

Attualmente circa 100 studenti sono iscritti al nostro Corso di Dottorato in Medicina Molecolare.

Il numero delle posizioni disponibili è riportato annualmente nel bando di concorso (per l’a.a. 2017/2018 sono disponibili 37 posizioni).

A tutti gli studenti iscritti al corso di Dottorato si garantisce un contributo economico full-time.

Il mantenimento dello status di PhD Student e il rinnovo della borsa di studio dipendono dal risultato positivo di una verifica annuale sul progresso scientifico del progetto di ricerca.

Nelle  selezioni in corso sono disponibili 30 posizioni con borsa (€ 18.000 lordi annui) e 7 posizioni senza borsa, in questo caso il dottiorando sarà finanziato dal laboratorio ospitante.

Le Spese annuali di ricerca sono coperte dai laboratori ospitanti.

Al secondo e al terzo anno, tutti gli studenti hanno a disposizione un budget di ricerca (€ 1.800 all’anno) che può essere utilizzato per la partecipazione a seminari e convegni. Le collaborazioni internazionali sono fortemente incentivate; qualora uno studente sia interessato a svolgere parte del progetto di ricerca presso enti esteri, l’importo della borsa di studio è aumentato, nella misura massima del 50% per un massimo di 8 mensilità.

Il nostro corso di Dottorato in Medicina Molecolare ha lo scopo di fornire un’eccellente formazione interdisciplinare nell’ambito della Medicina Molecolare.

Il dottorando lavorerà sul progetto di ricerca con la supervisione del proprio Director of Studies e la consulenza scientifica di un secondo supervisore esterno.

Ogni anno il Corso di Dottorato in Medicina Molecolare offre un insieme di corsi che approfondiscono le più interessanti aree di ricerca di ciascun curriculum e forniscono agli studenti la formazione indispensabile per una carriera di successo nel mondo accademico.

L’attività didattica offerta è interamente in lingua inglese.

È previsto che gli studenti svolgano un ruolo fondamentale nella vita della nostra comunità scientifica, partecipando a lezioni, workshop e seminari organizzati dall’Istituto Scientifico San Raffaele.

I dottorandi, inoltre, possono essere coinvolti nell’insegnamento e nelle attività di tutorato rivolte agli studenti dei corsi di Laurea UniSR.

Attività didattica a.a. 2016/2017

prevista ed erogata

CORSI COMUNI

PhD Student Invited Lectures

  • Venizelos Papayannopoulos, 05 dicembre 2016. Prof. Papayannopoulos will have an informal meeting/lunch with the PhD students
  • Alberto Mantovani, 14 dicembre 2016. “Inflammation and cancer: from bench to bedside”. After the seminar, Prof. Mantovani will have an informal meeting/lunch with the PhD students.
  • Fiona Powrie, 09 maggio 2017. Gut reactions: Immune pathways in the intestine in health and disease”

How not to bore the pants off your audience: efficient communication in English - 2017 edition

Prof. Michael John, from February 07th to April 04th 2017

Every biomedical professional understands the importance of the dictum Publish or perish. In today’s world dominated by TV and the Internet, where the simple transmission of data is not enough, it might be more correct to say Communicate or perish. Communicating your discoveries and techniques to the rest of the scientific community could improve the lives of millions of people and, less nobly, give your career a boost and earn you endless research funds. However, it isn’t easy to communicate fluently and elegantly when the language you have to use is not your own.

The course aims to show how you can use English as a tool-of-the-trade in the same way that you might eventually use a stethoscope or a microscope. There will be numerous suggestions on how to prepare for and deliver an oral presentation at a congress to a peer audience and how to survive the dreaded question-time session. IT lab sessions will focus on effective slide creation.

The main part of the course will be dedicated to student group and individual oral presentations where the theoretical skills previously examined will be put into practice. During this phase, the rest of the class will be expected to participate actively by asking questions re the subject of the presentation itself and carrying out overall peer review of the structure and delivery of the work.

Statistics in Bioresearch

Prof. Riccardo Fesce, Insubria University (July 2017)

Most theoretical aspects will be touched by discussing the statistical problems and experimental data proposed by the students.

“Regeneration” , SRSI - Nature Conference

from November 16th to November 18th.

The conference is organized in collaboration with Nature Journal. To find all useful information, visit the official website: http://www.nature.com/natureconferences/regen17/index.html

CORSI INTRACURRICULARI

IMMUNOLOGIA E ONCOLOGIA DI BASE E APPLICATE

Hands on - Translational Genomics and Bioinformatics

Course Objectives

  • This course aims at following small groups of PhD students for a year to provide them with essential but robust tools to address the most common questions asked by a quantitative analysis of of biological
  • In particular, the students will analyze RNA-seq data, ChIP-seq and exome At the beginning of the course the intermediate and final educational goals will be defined and they will be evaluatedby appropriate written assessments.

Course Structure

  • The course is structured in bi-weekly meetings with the bioinformaticians of CTGB in the period from January to October The experts will introduce a theme, illustrate the bioinformatics tools to be adopted, and assign analyzes to be carried out individually by the course participants in the following two weeks.
  • At the next meeting, the performance of individual students will be evaluated, the difficulties will be analyzed, and a new theme will be It is important to note that the tutors will remain available during the two weeks of individual work, although students will be encouraged to self-­‐”problem- solving” (either individually or as a group), before seeking the tutors’help.
  • Participants will be trained to the use of bioinformatics platforms and interactive programming using
  • Periodically, external experts will also be invited to introduce participants to the most popular platforms and bioinformatics tools including R Studio, Galaxy, G en Hub, Docker and advanced pathway Even in these cases, tutors will assign the tasks to be performed individually to the course participants.
  • After completing the course, a final exam will take place to assess the achievement by students of the goals originally

“Sympathy for the Devil”: How Technology Transfer Can Boost Your Research

Course Objectives

A  2-days  PhD  course  on  technology  transfer  from  academia  to  industry  and  on  how reiterative cycles thereof may profit both parties in the collective effort towards innovation.

The course will be organized in 1-hr lectures (45’ plus question time) from the different figures involved in the process, with the idea of having a variety of point-of-views (POVs) on the subject.

Course Structure

The lectures will be delivered in the mornings, while the afternoons will be devoted to interactive activities between students and lecturers.

Day 1. POVs:

The Scientist (Attilio Bondanza, UniSR)

The Technology Transfer Officer (Paola Pozzi, OSR)

Coffee break

The Patent Attorney (Simon O’Brien, D&Young IP, London)

The Lawyer (Valentina Bonomo, Studio Lombardi, Molinari e Segni, Milano)

Lunch (speakers only)

From 14,30 to 17,30: selected case studies presented and discussed by the speakers within small groups

18,00. End of day 1, get together event with the students at the “Faculty Club”. Speakers Dinner

Day 2. POVs

The Business Planner (Marija Zecevic, Proteostasis, Milano)

The Bioentrepreneur (Pierluigi Paracchi, Genenta Science, Milano)

Coffee break

The Biotech (Claudio Bordignon, MolMed Spa, Milano)

The Big Pharma (Pablo Umana to be confirmed, Roche-Glycart, Zurich)

Lunch (speakers only)

From 14,30 to 17,30: selected case studies presented and discussed by the speakers within small groups.

MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE

Advanced MR Techniques in Neuroradiology

April 10th, 2017, 14:30

14.30-15 – Visit to 3T scanner (Prof. A. Falini)

15-15.30 – Diffusion MRI, basic principles (Antonella Castellano)

15.30-16 – Diffusion MRI, clinical application (Antonella Castellano)

16-16.30 – Perfusion MRI, basic principles (Gian Marco Conte)

16.30-17 – Perfusion MRI, clinical application (Nicoletta Anzalone)

17-18 Practical workshop:

DTI and tractography (A. Castellano, A. Iadanza )

T1 and T2* MR perfusion (Gian Marco Conte)

Sede: Auletta di Neuroradiologia, settore C piano -2

In-vivo Imaging in Preclinical research

22nd June, 2017

14.00   Carlo Tacchetti – SRSI Experimental Imaging Center: rationale and organization

14.20   Antonio Esposito – MRI

14.40   Spinelli Antonello – Optical Imaging

15.00   Massimo Venturini – Ultrasonography

15.20   Gianpaolo Zerbini – Small Rodent eye’s imaging

15.40   Rosamaria Moresco – PET/SPECT  based translational molecular imaging

16.00   COFFE’ BREAK

16.20   Linda Chaabane – Novel MRI methods for pH and cellular imaging

16.35   Antonello Spinelli – Small animal image-guided radiotherapy systems

16.50   Laura Perani – Echocardiography in mice

17.05   Palmisano Anna – Multiparametric MRI of skeletal muscles in mice

17.20   Flavio Curnis – Assessment of tumor microvessels: the contribute of In-vivo imaging

17.35   Antonella Castellano – Multiparametric MRI in pdx models of gioblastoma.

17.50   Preclinical Imaging Facility visit

Genomics in the clinic

29th and 30th June, 2017

The aim of this course is to provide an overview of Next Generation Sequencing techniques and their translation to a clinical diagnostics context.

Main topics:

  • Next Generation Sequencing (NGS). The NGS revolution: comparison with standard Sanger sequencing; NGS platform overview and comparison (454, Solid, Illumina, Ion Torrent); overview of the NGS applications applied in a clinical diagnostics context (whole-­‐genome sequencing, targeted re-­‐sequencing, RNA-­‐seq and DNA methylation analysis).
  • NGS applications: focus on DNA Whole-­‐genome sequencing, whole-­‐ exome sequencing, gene panels: technical features and comparison. Examples of translation into clinical diagnostics: NGS in cohort genetics and genetic predisposition studies; radiogenomics; development of predictive and prognostic biomarkers.
  • Bioinformatics analysis of whole-­‐exome sequencing data. Introduction to the bioinformatics pipeline of whole-­‐exome sequencing data; examples of analysis output and interpretation (genome browsers and genetic variant lists).
  • Clinical microbiomics: understanding bacterial diversity through 16S rRNA and whole genome Clinical applications: the role of human microbiota in disease development; sequencing of bacterial pathogens.
  • NGS applications: focus on RNA Technical features and comparison of different RNA-­‐seq techniques, and introduction to the bioinformatics pipeline; examples of translation of RNA sequencing into clinical diagnostics.

The Course will be 12 hours long, on two consecutive days.

Tutti i progetti di ricerca proposti sono esaminati dal Comitato Direttivo del Corso di Dottorato, per garantire che soddisfino i requisiti per una tesi triennale di Dottorato.

E’ possibile visionare l’elenco dei Directors of Studies (e i link ai rispettivi CV) e i progetti che hanno presentato per l’a.a. 2017/2018 suddivisi per curriculum.

 

Fisiopatologia Cellulare e Molecolare
Immunologia e Oncologia di Base e Applicate
Medicina Clinica Sperimentale
Neuroscienze e Neurologia Sperimentale

Programma in Terapia Genica e Cellulare

Per l’a.a. 2017/2018 sono bandite 37 posizioni di cui:

14 borse libere

7 posizioni senza borsa

16 borse a progetto

 

Di seguito l’elenco completo delle borse a progetto disponibili:

Borse a progetto afferenti al curriculum di Fisiopatologia Cellulare e Molecolare

Progetto 1 (CMP1): “Role of ERp44 in zinc homeostasis”

Director of Studies: Prof. Roberto Sitia

da svolgersi presso l’unità di Trasporto e secrezione delle proteine

 

Progetto 2 (CMP2): Production of recombinant IgM of predetermined oligomerization state”

Director of Studies: Prof. Roberto Sitia

da svolgersi presso l’unità di Trasporto e secrezione delle proteine

Borse a progetto afferenti al curriculum di Immunologia e Oncologia di Base e Applicate

Progetto 1 (BAIO1): “In vivo dynamics of antiviral T cell responses”

Director of Studies: Dr. Matteo Iannacone

da svolgersi presso l’unità di Dinamica delle Risposte Immunitarie

Borse a progetto afferenti al curriculum di Medicina Clinica e Sperimentale

Progetto 1 (ECM1): “Molecular characterization of pancreatic cytology for improving diagnostic and clinical yield in pancreatic adenocarcinoma”

Director of Studies: Prof. Claudio Doglioni

da svolgersi presso l’Unità di Anatomia Patologica

Borse a progetto afferenti al curriculum di Neuroscienze e Neurologia Sperimentale

Progetto 1 (NEN1): Functional and structural connectivity-based parcellation of gray matter structures in multiple sclerosis: towards an improved understanding of disease clinical manifestations”

Director of Studies: Prof. Massimo Filippi

da svolgersi presso l’unità di Neuroimaging quantitativo

 

Progetto 2 (NEN2): “Elucidating neurodegenerative mechanisms of Parkinson’s disease through iPS cellular models”

Director of Studies: Dott. Vania Broccoli

da svolgersi presso l’unità di Cellule staminali e Neurogenesi

 

Progetto 3 (NEN3): “Functional and structural in vivo assessment of myelination, remyelination neurodegeneration

Director of Studies: Prof. Letizia Leocani

da svolgersi presso l’unità di Neurofisiologia sperimentale e MAGICS Center

 

Progetto 4 (NEN4): “Human induced pluripotent stem cell-derived microglia-like cells in multiple sclerosis: contribution of aging to disease progression”

Director of Studies: Prof. Gianvito Martino

da svolgersi presso l’unità di Neuroimmunologia

 

Progetto 5 (NEN5): “Microglial microvesicles as therapeutic vector for neuroinflammation”

Director of Studies: Dott. Roberto Furlan

da svolgersi presso l’unità di Neuroimmunologia clinica

 

Progetto 6 (NEN6): “Misfolded protein in Amyotrophic LAteral SclerosIs”

Director of Studies: Dott. Luca Muzio

da svolgersi presso l’unità di Neuroimmunologia

 

Progetto 7 (NEN7): “Understanding the role of inflammatory cells in the post-acute recovery phase after ischemic stroke”

Director of Studies: Dott.  Marco Bacigaluppi

da svolgersi presso l’unità di Neuroimmunologia

Borse a progetto SR-TIGET

5 borse a progetto SR- TIGET da svolgersi presso uno dei laboratori SR-TIGET.

L’elenco dei progetti disponibili e della loro afferenza è reperibile nella pagina Laboratori e Progetti di ciascun Curriculum.

Nel caso di preferenza nei confronti di una borsa SR-TIGET, il candidato dovrà indicare, durante la compilazione del modulo elettronico per la sottomissione della domanda di ammissione, i progetti d’interesse, da uno solo a tutti, tra quelli proposti.

Possono presentare domanda di partecipazione al Corso di Dottorato coloro che siano in possesso di una Laurea Magistrale o di analogo titolo accademico conseguito all’estero valido per l’ammissione al Dottorato.

I laureandi possono presentare domanda di ammissione purché abbiano sostenuto tutti gli esami al momento della sottomissione della domanda e conseguano il titolo entro il termine massimo del 31 ottobre dello stesso anno.

Possono presentare domanda, ai sensi della normativa vigente, gli studenti iscritti all’ultimo anno delle Scuole di Specializzazione in area medica dell’Università Vita-Salute San Raffaele.

I cittadini italiani, europei e non europei in posseso di titolo straniero devono includere, nella loro domanda, tutti i documenti elencati nel bando.

L’ammissione al Corso di Dottorato avviene previo superamento di una valutazione comparativa articolata in due fasi:

– La prima fase, che non prevede la presenza del candidato, viene effettuata sulla base della documentazione ricevuta e dei criteri di valutazione come stabilito nel bando di concorso;

– I candidate ammessi alla seconda fase dovranno presentarsi per un colloquio (di persona o via Skype).

 

Posizioni Disponibili

30 borse di studio di cui:

14 borse libere

16 borse a progetto

Per la lista completa delle borse a progetto visitare la sezione Laboratori e Progetti

 

7 posizioni senza borsa

Ad ogni Curriculum e al Programma in Genica e Cellulare viene assegnata 1 borsa libera, attribuita al primo candidato posizionatisi utilmente nella graduatoria finale che abbia manifestato preferenza per quel Curriculum o per il Programma durante la fase di sottomissione della richiesta online di ammissione al concorso.

Le restanti 9 borse libere e le 7 posizioni senza borsa non sono vincolate a singoli Curricula, ma vengono assegnate ai candidati posizionatisi utilmente nella graduatoria finale, sulla base delle preferenze espresse dagli stessi durante la fase di sottomissione della richiesta online di ammissione al concorso.

 

 

 

 

Procedure d'Ammissione

La domanda di ammissione al concorso, indirizzata all’Università “Vita-Salute San Raffaele” di Milano, è redatta mediante compilazione dell’apposito modulo elettronico reperibile alla pagina https://form.unisr.it/phd o sul sito web del Corso di Dottorato (www.unisr.it/phd e www.unisr.it/phd/eng/).

I candidati possono manifestare la propria preferenza al massimo nei confronti di 1 borsa a progetto (che viene a rappresentare la I scelta assoluta), 2 curricula (precisando I e II scelta) e il Programma i Terapia Genica e Cellulare.

Il Modulo, debitamente compilato in tutte le sue parti, deve essere stampato in carta libera,  firmato e inoltrato tassativamente entro il 27 lugio 2017 all’Ufficio Dottorati di Ricerca con una delle seguenti modalità:

  1. come file pdf all’indirizzo di posta certificata procedureweb@pec.it solo ed esclusivamente da un indirizzo di posta certificata;
  2. come file pdf all’indirizzo dell’Ufficio Dottorati (segreteria.dottorati@unisr.it) da un proprio indirizzo email.  In questo caso deve essere TASSATIVAMENTE inviata anche la documentazione in originale che deve essere recapitata all’Ufficio Dottorati, con una delle modalità di cui al punto a-c, entro il termine perentorio della data fissata per i colloqui, pena la decadenza:
  1. direttamente a:          Ufficio Dottorati – Università Vita-Salute San Raffaele Via Olgettina, 58 – 20132 Milano, Italy
  2. a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo indicato al punto a;
  3. tramite corriere autorizzato con ricevuta di ricevimento all’indirizzo indicato al punto a.

Per il rispetto del termine relativo all’invio della domanda farà fede la data del timbro dell’Ufficio postale (ovvero del corriere autorizzato) accettante ovvero la data d’invio dell’email. Non saranno prese in considerazione le domande presentate o spedite dopo il termine di scadenza di cui sopra.

I candidati che presentano domanda di ammissione al concorso devono allegare alla domanda, cioè alla copia firmata del modulo elettronico:

  • autocertificazione di laurea triennale con l’indicazione della votazione conseguita; è altresì possibile consegnare copia di un certificato, con le suddette informazioni, unitamente all’autocertificazione (Allegato 2) in cui si attesta che il certificato in allegato è conforme all’originale;
  • autocertificazione di laurea (magistrale o specialistica) con l’indicazione della votazione conseguita; è altresì possibile consegnare copia di un certificato, con le suddette informazioni, unitamente all’autocertificazione (Allegato 2) in cui si attesta che il certificato in allegato è conforme all’originale;
  • SOLO per i candidati che non hanno ancora conseguito il titolo al momento della sottomissione della domanda on line, l’autocertificazione (Allegato 2) in cui si attesta che sono stati superati tutti gli esami previsti per la laurea (magistrale o specialistica), con l’elenco degli esami sostenuti, l’indicazione delle votazioni ottenute e la votazione media conseguita;
  • copia di un documento di identità valido;
  • per i candidati con titolo straniero gli ulteriori documenti come indicato a bando.

Oltre alla domanda di ammissione e alla documentazione di cui sopra, fanno parte della documentazione di valutazione anche le lettere di referenza, trasmesse direttamente all’Ufficio Dottorati dell’Università  da parte di personalità autorevoli del mondo scientifico e/o accademico, eventualmente elencate dal candidato nella domanda di ammissione, le quali, in virtù dei propri compiti istituzionali, abbiano avuto modo di conoscere le qualità scientifiche del candidato.

Dette lettere di referenza redatte come da modello (Allegato 1) dovranno essere trasmesse entro il termine di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione (27  luglio 2017).

 

Le informazioni precedentemente riportate sono un estratto, a titolo puramente informativo, di quanto riportato nel Bando di Concorso che rappresenta, nella versione italiana, l’unico mezzo di comunicazione legale dei relativi contenuti e pertanto, in caso di controversia, farà fede unicamente il testo del bando in lingua italiana.

Modulo Elettronico/ Form on line

Il Modulo elettronico/form on line (reperibile alla pagina https://form.unisr.it/phd) ha la funzione di domanda di ammissione e deve essere compilato e inviato on-line e QUINDI stampato, firmato e inoltrato all’Ufficio Dottorati, tassativamente entro il 27 luglio 2017, contestualmente agli altri documenti cartacei richiesti (vedi Bando di Concorso e pagina delle Procedure d’ammissione).

Il modulo elettronico può essere compilato in lingua italiana o in lingua inglese indistintamente.

Nella domanda il candidato dovrà inserire tutte le informazioni richieste nel modulo.

I candidati quindi possono manifestare la preferenza nei confronti di, al massimo, 1 borsa a progetto (che viene a rappresentare la I scelta assoluta), 2 curricula (precisando I e II scelta) e il Programma in Terapia Genica e Cellulare. Tali scelte devono essere specificate nella domanda stessa.

Il modulo elettronico deve essere compilato una sola volta, selezionando contemporaneamente i Curricula e/o la borsa a progetto e/o il Programma ai quali si intende partecipare.

Qualora si presenti domanda per più di un Curriculum (massimo due) e/o una borsa a progetto e/o per il Programma, il modulo elettronico deve essere compilato una sola volta selezionando, in ordine decrescente di preferenza i Curricula ai quali si intende applicare. La dissertazione sui propri interessi di ricerca, deve essere unica e esplicitare le motivazioni che stanno alla base della scelta multipla fatta (due Curricula e/o borsa a progetto e/o Programma).

Modulo elettronico/Form on line

Modalità di Selezione

L’ammissione ad uno dei Curriculum del Corso di Dottorato avviene previo superamento di una valutazione comparativa articolata in due fasi come indicato nel Bando di Concorso.

Prima fase di valutazione

Tale fase, per la quale non è richiesta la presenza dei candidati, non è pubblica ed è effettuata dalla Commissione Giudicatrice in base alla documentazione ricevuta e ai criteri di valutazione preliminarmente stabiliti e precisamente riguarda la valutazione:

a. dei titoli presentati tramite la compilazione del modulo elettronico e precisamente curriculum vitae, tipo di laurea di primo e secondo livello e relative valutazioni, eventualipubblicazioni su riviste internazionali e presentazioni di abstract a congressi;+

b. della dissertazione scritta, anch’essa inserita nel modulo elettronico relativa ai propri interessi di ricerca;

c. delle lettere di referenza, trasmesse direttamente all’Ufficio Dottorati dell’Università direttamente dai referenti elencate dal candidato nella domanda di ammissione.

La Commissione Giudicatrice procede quindi con la valutazione comparativa dei titoli dei candidati  e predispone la graduatoria degli ammessi alla seconda fase.

Saranno ammessi solo i candidati che avranno ottenuto un punteggio maggiore o uguale al 50% del punteggio massimo attribuibile per la valutazione titoli (50 punti).

Seconda fase di valutazione

Questa fase di valutazione consiste in un colloquio scientifico ed attitudinale con la Commissione Giudicatrice secondo i criteri di valutazione stabiliti preliminarmente dalla Commissione stessa.

I candidati dovranno presentarsi al colloquio muniti di uno dei seguenti documenti di riconoscimento: carta d’identità, patente di guida, passaporto o eventuali altri documenti previsti dalla legge purché muniti di fotografia e di timbro o di altra segnatura equivalente, rilasciati da un’amministrazione dello Stato.

Il colloquio riguarderà:

  • la preparazione generale e specifica dei candidati;
  • la conoscenza della lingua inglese;
  • la loro motivazione ad intraprendere il dottorato ed il successivo percorso professionale di ricerca.

 

Al termine della seconda fase di valutazione, la Commissione Giudicatrice stila, sulla base di una valutazione comparativa, la graduatoria finale .

Saranno considerati non idonei i candidati con un punteggio finale inferiore al 60% del punteggio totale attribuibile (100 punti).

 

Al termine dei colloqui, tutti i candidati sono tenuti a comunicare via email all’Ufficio Dottorati, PENA LA DECADENZA:

  • 2 preferenze, tra i progetti indicati per ogni Curriculum scelto in fase di ammissione
  • nel caso di preferenza nei confronti del Programma in Terapia Genica e Cellulare sino a 2 progetti tra quelli afferenti al Programma.

Quanto di sopra riportato, che descrive le procedure per l’ammissione al Corso di Dottorato, è a puro titolo informativo.

 

Le informazioni precedentemente riportate sono un estratto, a titolo puramente informativo, di quanto riportato nel Bando di Concorso che rappresenta, nella versione italiana, l’unico mezzo di comunicazione legale dei relativi contenuti e pertanto, in caso di controversia, farà fede unicamente il testo del bando in lingua italiana.

Allegati

LETTERE DI REFERENZA – Allegato 1 (file word e file pdf)

A Non saranno accettate lettere di referenza non redatte secondo il modello (Allegato 1) o pervenute con modalità differenti rispetto a quanto indicato nel Bando.


DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA – Allegato 2 (file word e file pdf)

Gli aventi diritto (cittadini italiani e dell’Unione europea), come previsto dal D.P.R. n. 445/00 e successive modificazioni e integrazioni, qualora presentino in copia dei certificati di laurea o per attestare le altre circostanze di cui agli art. 46 e 47 del suddetto D.P.R, dovranno consegnare, debitamente compilata e firmata, la dichiarazione sostitutiva di certificazione utilizzando l’Allegato 2.

Attribuzione delle Borse e Immatricolazione dei Vincitori

La graduatoria finale è unica e viene aggiornata dopo ogni fase.

La rinuncia ad una borsa a progetto comporta la decadenza definitiva dalla graduatoria e da ogni suo ulteriore scorrimento.

Nel caso di un  candidato risultato in posizione utile nella graduatoria finale e che abbia, in fase di sottomissione della domanda, manifestato il suo interesse per borse per cui è  richiesto di selezionare 1 o più progetti d’interesse, avrà come prima scelta obbligata uno dei progetti selezionati. Nel caso in cui nessuno di questi progetti dovesse risultare più disponibile, avrà facoltà di scegliere fra tutti i progetti, ancora disponibili, tra quelli offerti dal curriculum di sua prima scelta.

La rinuncia alla borsa libera, mantenendo la posizione vinta, è ammissibile qualora il candidato usufruisca già di un’altra tipologia di borsa (per es. borse di ricerca europee). In tal caso la borsa viene attribuita al primo candidato risultato in posizione utile per una posizione senza borsa.

 

Procedure di assegnazione delle posizioni a bando (le procedure sono descritte nel dettaglio all’art.5.3 del bando)

Prima fase: sono attribuite le borse a progetto, in base alla posizione in graduatoria e alle preferenze manifestate.

Seconda fase: sono assegnate le 4 borse libere – da attribuirsi ai 4 curricula – secondo l’ordine della graduatoria finale, riformulata in base alle assegnazioni e a eventuali rinunce della fase precedente, e tenendo conto dell’ordine delle preferenze espresse dai candidati.

Terza fase:  si procede, in base alla graduatoria riformulata a seguito delle assegnazioni e rinunce delle fasi precedenti, con l’assegnazione al primo candidato in posizione utile che abbia selezionato  il Programma di Terapia Genica, della borsa PGCT1.

Quarta fase: sono attribuite le 9 restanti posizioni con borsa sulla base della graduatoria, riformulata in base alle assegnazioni e rinunce delle fasi precedenti, e delle preferenze espresse. I candidati saranno assegnati al Curriculum indicato, in ordine di preferenza.

Quinta fase: si procede infine all’assegnazione delle posizioni senza borsa in base alla  graduatoria riformulata a seguito delle assegnazioni e delle rinunce delle fasi precedenti. I candidati saranno preferibilmente assegnati al/ai Curriculum/a indicati come preferenza.

Modalità e tempistiche di immatricolazione (le procedure sono descritte nel dettaglio all’art.7 del bando)

Entro 2 giorni lavorativi per i vincitori di borsa e 5 giorni lavorativi per i vincitori di posizioni senza borsa, a decorrere dalla data di pubblicazione della graduatoria, i candidati risultati vincitori dovranno procedere alla formalizzazione dell’immatricolazione, tramite l’apposita pagina del sito (http://intranet.unisr.it/esse3/Home.do) accedendo con le credenziali ottenute in fase di Registrazione. Il perfezionamento dell’immatricolazione dovrà avvenire per tutti entro il 2° giorno lavorativo successivo all’immatricolazione online.

Nel caso in cui il candidato non proceda all’immatricolazione online nei tempi previsti oppure non perfezioni l’immatricolazione nei 2 giorni lavorativi successivi verrà considerato rinunciatario e decadrà dal diritto ad immatricolarsi.

Le informazioni precedentemente riportate sono un estratto, a titolo puramente informativo, di quanto riportato nel Bando di Concorso che rappresenta, nella versione italiana, l’unico mezzo di comunicazione legale dei relativi contenuti e pertanto, in caso di controversia, farà fede unicamente il testo del bando in lingua italiana.

Contatti

Ufficio Dottorati

email: segreteria.dottorati@unisr.it

Dott.ssa Cristina Cerutti (Responsabile)
Tel. +39 02 91751 552

Dott.ssa Valentina Delfino
Tel. +39 02 91751 553
Fax +39 02 91751 453

Quanto di sopra riportato, che descrive le procedure per l’ammissione al Corso di Dottorato, è a puro titolo informativo.

Si precisa che solo la versione italiana del bando rappresenta l’unico mezzo di comunicazione legale dei relativi contenuti e pertanto, in caso di controversia, farà fede il testo del bando in lingua italiano.

 

Circa l’85% dei nostri studenti di Dottorato, dopo aver conseguito il titolo di Dottore di Ricerca, ha continuato l’attività di ricerca con posizioni di Post-doc (60% all’estero, 40% in Italia), mentre il restante 15% ha scelto di lavorare in settori correlati, come il coordinamento di sperimentazioni cliniche ed il giornalismo scientifico.

Recenti sedi estere di lavoro dopo il Dottorato ad UniSR

– Dana-Farber Cancer Institute & Harvard Medical School, Boston

– University of California, Berkeley

– University of California, San Francisco

– Mount Sinai School of Medicine, New York

– University of Texas MD Anderson Cancer Center, Houston

– Baylor College of Medicine, Houston

– University College, London

– King’s College, London

-University of Oxford

– Wellcome Trust Sanger Institute, Cambridge

– University of Edinburgh

– University of Lausanne

– EPFL, Lausanne

– Friedrich Miescher Institute for Biomedical Research, Basel

-University of Zurich

-University of Freiburg

-CRG Centre for Genomic Regulation, Barcellona

I NOSTRI DOTTORI DI RICERCA

Eleonora Dondossola(PhD UniSR 2010)

Current position:

Instructor,

University of Texas

MD Anderson Cancer Center,

Houston, Texas, USA

E-mail: EDondossola@mdanderson.org

Francesco Saverio Tedesco(PhD UniSR in 2010)

Current position:

Principal Research Associate &

NIHR Academic Clinical Fellow in Paediatrics

Department of Cell and Developmental Biology

University College London

 

E-mail: f.s.tedesco@ucl.ac.uk

Rodrigo Hess-Michelini(PhD UniSR in 2010)

Current position:

Investigator II, Department of Cancer Therapeutics

Genomics Institute of the Novartis Research Foundation

San Diego, CA, USA

E-mail: hessmichelini.rodrigo@gmail.com