Università Vita-Salute San Raffaele
Università Vita-Salute San Raffaele
CERCA    ENGLISH
Homepage  Ateneo  Docenti
Nasce il Club “Top Italian Women Scientists 2016”: la Professoressa Sonia Levi tra le Scienziate Italiane selezionate
Premiate 38 ricercatrici italiane, impegnate nella ricerca biomedica, con il più elevato H-index
Al Professor Luigi Naldini conferito il PREMIO JIMÉNEZ DÍAZ 2016
Il prestigioso riconoscimento per l’innovativa attività di ricerca condotta
Simulazione di una maxi-emergenza terroristica: così il San Raffaele si prepara contro gli attacchi
Al San Raffaele grande evento sulla gestione sanitaria di una maxi-emergenza. Una simulazione di attacchi terroristici, per valutare l’efficienza di gestione dei pazienti in condizioni di rischio.
La filosofia e il mondo contemporaneo
Tavola rotonda giovedì 26 maggio ore 12
Federica De Nicola, nostra studentessa, tra Medicina e mondiale Ironman alle Hawaii
Sogno di coniugare i miei studi e la mia passione per il triathlon
Intervista alla Irongirl targata UniSR

Facoltà di Filosofia

Facoltà di Medicina

Facoltà di Psicologia

Cacciari Massimo

Cacciari Massimo English version

Professore emerito - Facoltà di Filosofia


e-mail: cacciari.massimo@unisr.it
telefono: 02.91751.567
fax: 02 91971.451


Massimo Cacciari, nato a Venezia il 5 giugno 1944, si è laureato in Filosofia presso l’Università di Padova nel 1967, discutendo una tesi sulla Critica del Giudizio di Kant con i Professori Sergio Bettini e Dino Formaggio. Già incaricato di Letteratura Artistica e poi di Estetica presso la Università di Architettura di Venezia, è diventato ordinario in Estetica nel 1985. Direttore del Dipartimento di Filosofia dell’Accademia di Architettura di Lugano dal 1998 al 2005, nel 2002 fonda con don Luigi Verzè la Facoltà di Filosofia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, di cui è il primo preside.

Dal 2012 è professore emerito di Filosofia presso lo stesso Ateneo.

Ha tenuto lezioni, corsi e conferenze presso numerose università e istituzioni europee.

Tra i più prestigiosi riconoscimenti: il premio Hannah Arendt per la filosofia politica nel 1999, il premio dell’Accademia di Darmstadt nel 2002, la medaglia d’oro del Circulo de bellas Artes di Madrid nel 2005, la medaglia d’oro “Pio Manzù” del Presidente della Repubblica Italiana nel 2008, il premio De Sanctis per la saggistica nel 2009, la laurea honoris causa in Architettura dell’Università di Genova nel 2002, quella in Scienze politiche dell’Università di Bucarest nel 2007, quella in Filologia classica dell’Alma Mater di Bologna nel 2014.

È cittadino onorario di Sarajewo, per la sua azione politica e culturale durante la guerra e l’assedio della città, e di Siracusa, per i suoi lavori su Platone e il Neoplatonismo.

E’ stato co-fondatore e co-direttore di alcune delle riviste che hanno segnato la vita politica, culturale e filosofica italiana tra gli anni ’60 e ’90, da “Angelus Novus” a “Contropiano”, da “Laboratorio politico” al “Centauro”, a “Paradosso”.

Tra le sue pubblicazioni, molte delle quali tradotte e molte edite soltanto all’estero, ricordiamo: Krisis, Milano 1976; Dallo Steinhof, Milano 1980; Icone della legge, Milano 1985; L’Angelo necessario, Milano 1986; Zeit ohne Kronos, Klagenfurt 1986; Drama y duelo, Madrid 1987; Méridiéens de la decision, Parigi 1992; Geofilosofia dell’Europa, Milano 1994; L’Arcipelago, Milano 1996; Le dieu qui danse, Parigi 2000; Hamletica, Milano 2009; The Unpolitical, Yale Univ. Press 2009; Doppio ritratto. San Francesco in Dante e in Giotto, Milano 2012; Il potere che frena, Milano 2013.

La sua ricerca teoretica si concentra nel “trittico”: Dell’Inizio, Milano 1990; Della cosa ultima, Milano 2004; Labirinto filosofico, Milano 2014.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire una corretta navigazione.
Clicca su CONFERMA per accettarne il suo utilizzo. Per saperne di più leggi l'informativa sull'uso dei cookie di questo sito.