Tutte le news

EnChroma, le lenti che potrebbero restituire i colori ai daltonici

16 marzo 2017
Curiosiscienza

Il daltonismo (anche detto “cecità ai colori”) è una condizione che interessa milioni di persone nel mondo, in cui gli occhi di un individuo non sono capaci di percepire i colori e non riescono a distinguere luci di diversa lunghezza d’onda. Il disagio non è affatto indifferente: pensate per esempio a un prato fiorito, o a un banco ricco di frutta e verdura, e non poterne godere appieno tutte le sfumature. Nei casi più gravi potrebbe essere anche un ostacolo al conseguimento della patente di guida, a causa della percezione distorta (o addirittura assente) dei colori.

EnChroma (http://enchroma.com/) è un’azienda americana che ha trovato un sistema per alleviare questo disagio creando delle lenti innovative che filtrano i colori in modo specifico, aiutando (per ora solo alcuni tipi di) daltonici a rivedere a colori.

DA DOVE DERIVA IL TERMINE “DALTONISMO”?

La parola “daltonismo” deriva dal nome di John Dalton, chimico, fisico, meteorologo e insegnante inglese (1766 – 1844), membro della Royal Society di Londra, che nel 1803 fu il primo che cercò di descrivere l’atomo. Il giovane John Dalton un giorno comprò un paio di calze convinto che il loro colore fosse marrone-bluastro, ma una volta tornato a casa la madre gli fece notare che erano color rosso acceso. Il giovane chimico inglese cominciò così a studiare il suo difetto ottico, che descrisse nell’articolo “Fatti straordinari legati alla visione dei colori”, pubblicato nel 1794. Quando morì, per sua stessa volontà, i suoi bulbi oculari furono asportati per essere studiati; conservati per oltre cento anni, hanno rivelato che Dalton era affetto da deuteranopia (impossibilità di distinguere il rosso dal verde).

CHI È AFFETTO DA DALTONISMO?

La maggior parte delle persone daltoniche non sono insensibili a tutti i colori, ma hanno una ridotta capacità a distinguerli.

Esistono tre forme principali di daltonismo:

  • Deuteranopia (insensibilità al colore verde)
  • Protanopia (insensibilità al colore rosso)
  • Tritanopia (insensibilità al colore blu)

La causa del daltonismo è principalmente genetica. I geni che influenzano i colori negli occhi si trovano sul cromosoma X; se questi geni sono mutati, ecco che compare la condizione, tuttavia può insorgere anche a seguito di danni agli occhi o al cervello.

COME FANNO GLI OCCHI A VEDERE I COLORI?

I fotorecettori della retina sono distinti in bastoncelli e coni (i nomi derivano dalle loro forme, appunto a bastoncello o a cono); questi ultimi, in particolare, sono responsabili della percezione dei colori. I coni infatti esistono in tre “versioni”, ciascuna delle quali è deputata a recepire una singola diversa lunghezza d’onda: ogni cono della retina contiene uno solo dei tre fotopigmenti, che garantiscono la discriminazione dei vari colori, blu, verde e rosso.

Le lenti EnChroma funzionano davvero?

Guarda le reazioni di chi le ha testate:

COME FUNZIONANO LE LENTI ENCHROMA

Una persona che soffre di deuteranopia (incapacità di distinguere il rosso e il verde) vede il mondo in maniera diversa: i pigmenti che dovrebbero vedere il rosso e il verde si “sovrappongono” più del normale, rendendo i soggetti incapaci di distinguere questi colori.

EnChroma ha utilizzato le ultimissime ricerche sulla genetica del daltonismo e sulle varie anomalie correlate ai fotopigmenti. Dopodiché, ha cercato di disegnare un filtro che fosse ottimale e specifico per determinate lunghezze d’onda: ha così creato un metodo (sottoposto a brevetto) chiamato “filtraggio multinotch”, che elimina selettivamente alcune lunghezze d’onda per far emergere meglio altri colori. Le lenti EnChroma separano la sovrapposizione dei fotopigmenti rossi e verdi, aiutando così a discriminarli in modo ottimale.

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Armine e la bellezza “non convenzionale”: una riflessione del Prof. Tagliapietra
Cultura11 settembre 2020
Armine e la bellezza “non convenzionale”: una riflessione del Prof. Tagliapietra
In vacanza da solo: quando e come?
Curiosiscienza04 luglio 2020
In vacanza da solo: quando e come?
SOS estate: come proteggere la pelle? Parla il dermatologo
Curiosiscienza01 luglio 2020
SOS estate: come proteggere la pelle? Parla il dermatologo
Teniamo fresco il cervello - L’alimentazione dello studente in estate
Curiosiscienza29 giugno 2020
Teniamo fresco il cervello - L’alimentazione dello studente in estate