Medicina e chirurgia

Simulation Lab

SIMLAB: centro avanzato di simulazione UniSR

Simulation Lab il centro di simulazione avanzata, situato all’interno dell’edificio San Michele, nel campus di via Olgettina.

Lo spazio, innovativo ed altamente tecnologico, riproduce una shock room/terapia intensiva, una sala operatoria e gli ambienti di controllo attigui alle sale operatorie, dove possono essere simulate manovre di soccorso, esami diagnostici, visite di controllo e procedure infermieristiche e chirurgiche, il tutto grazie a manichini estremamente realistici e interattivi.

Il SimLab consente agli studenti di esercitare differenti pratiche tra cui il salvataggio cardiaco, le tecniche di cateterizzazione, la pratica delle iniezioni del tessuto intrademico, sottocutaneo e intramuscolare.

La presenza, invece, di una workshop room consente l’esercitazione da parte degli studenti in training sempre più specifici, con sessioni di precisione su un singolo arto o una lesione particolare.


 

Sim Lab: manichini realisti e tecnologici per un approccio hands-on

I manichini presenti al SimLab sono dotati di battito cardiaco, respiro spontaneo, suoni e lacrimazione, hanno vie aeree avanzate configurabili, che includono anche resistenza polmonare, per consentire la simulazione di casi problematici.

Le pupille rispondono agli stimoli luminosi e reagiscono in base allo stato clinico impostato; una tecnologia di identificazione a radiofrequenza – RFID - riconosce automaticamente farmaci e dispositivi per le vie aeree e consente di misurare il volume e la concentrazione dei farmaci e dei fluidi somministrati in endovena. Le secrezioni come sudore, lacrime, saliva, urina e liquidi sono simulate grazie a serbatoi interni, così come il sanguinamento. La presenza di cuscinetti morbidi ricoperti di pelle realistica riproduce al meglio la sensazione tattile data dalla pelle umana e le vene, anch’esse simulate, consentono di sperimentare una resistenza naturale durante la foratura e il reflusso sanguigno.
I manichini simulano anche convulsioni e piccoli movimenti. 

Grazie ai software integrati è poi possibile per i docenti monitorare in modo completo la pianificazione, l’esecuzione e la valutazione di tutte le sessioni di training.
 

I nuovi manichini iperrealistici che accompagneranno gli studenti di Medicina e Infermieristica sono di diversi tipi:

  • Nursing Kelly, progettato per insegnare le tecniche di manipolazione del paziente, dal Basic Life Support fino all’assistenza infermieristica avanzata, compresa la misurazione della pressione sanguigna non invasiva, l’auscultazione e il riconoscimento di rumori cardiaci normali o patologici, polmonari e intestinali.
  • Resusci Anne, per la formazione sulla rianimazione cardio-polmonare, le compressioni e le ventilazioni e per l’addestramento alla defibrillazione; con la “testa Airway” consente l’intubazione utilizzando dispositivi sovraglottici.
  • Choking Charlie è invece un torso adulto progettato per insegnare agli studenti ad eseguire la manovra di Heimlich contro il soffocamento. Il realismo dell’anatomia e della risposta del manichino, attraverso l’uso di palline di cibo finte, fornisce al medico-istruttore uno strumento eccellente per insegnare e praticare questa manovra salvavita.
  • NG Tube and Trach Care Trainer è un manichino progettato per l’insegnamento nella cura dei pazienti con condizioni respiratorie particolari e per la pratica di procedure di assistenza gastrointestinale, tramite accesso nasale e orale.

Questi nuovi ambienti consentono di finalizzare l’approccio “hands on” che caratterizza la didattica UniSR, avviando gli studenti alla pratica fin dai primi mesi della loro avventura universitaria.