Servizi

Medicina preventiva

Presentazione

Il Servizio di Medicina Preventiva opera da anni presso l’ Università Vita-Salute San Raffaele, programma ed effettua la Sorveglianza Sanitaria attraverso protocolli sanitari definiti in funzione dei rischi specifici.

Il "Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro" equipara gli allievi degli istituiti di istruzione ed universitari ai dipendenti sottoposti a rischio biologico/chimico/radiologico e pertanto anche per questi soggetti è obbligatoria la sorveglianza sanitaria.

Decreto Legislativo 9 Aprile 2008 n. 81

“TESTO UNICO SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO”

Dal mese di maggio 2008 il nuovo Testo Unico in materia di sicurezza e salute dei lavoratori è diventato operativo, modificando significativamente quanto predisposto dal precedente DLgs 626/94 e successive integrazioni.
Quanto previsto dal nuovo DLgs 81/08 in tema di sicurezza e salute dei lavoratori comporta un ulteriore rafforzamento del ruolo dei singoli attori sui luoghi di lavoro.

Se infatti, da un lato, il Datore di lavoro, attraverso il responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e il Medico del Lavoro, ha l’obbligo di mettere in atto tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza e la tutela della salute, dall’altra i lavoratori devono essere coscienti del loro ruolo attivo nel coadiuvare in questo compito il Datore di lavoro. A tal proposito ed a tal fine, è bene ricordare che gli studenti sono equiparabili ai lavoratori, in quanto soggetti al medesimo disposto legislativo.

E il modo migliore per assolvere a tale impegno da parte dei lavoratori consiste nel sottoporsi con regolarità ai controlli sanitari, nel frequentare in modo attivo e costruttivo i corsi di formazione, nell’ utilizzare in modo corretto e costante i Dispositivi di Protezione Individuale, nel rispettare le procedure elaborate dal Servizio di Prevenzione e Protezione.

La corretta applicazione di questa importante normativa è possibile solo se tutti i soggetti chiamati in causa si adoperano con serietà e senso di responsabilità, considerato che operano in una realtà “ad alto rischio” così come l’ospedale è classificato.

Attraverso la messa a disposizione e l’aggiornamento del sito intranet si intende garantire agli studenti l’agevole consultazione dei documenti, la possibilità di stabilire un canale di comunicazione con tutti gli studenti iscritti e la disponibilità di materiale aggiornato.

In base a quanto stabilito dalla legge sopra citata i nostri compiti principali sono:

  • Sorveglianza Sanitaria Preventiva con relativa compilazione della cartella clinica sanitaria . Predisposizione dei Piani di Sorveglianza Preventiva : vengono riportati la tipologia di accertamenti.
  • Sorveglianza Sanitaria Periodica: Predisposizione dei Piani di Sorveglianza Periodica: viene indicata la periodicità dei controlli da effettuare in base al rischio identificato per mansione. Compilazione della cartella sanitaria per ciascun studente.
  • Sorveglianza Tubercolare Preventiva e Post Esposizione: predisposizione e stesura dei Protocolli di Sorveglianza Tubercolare: esecuzione del test Mantoux, lettura PPD, visita tisiologica, eventuale somministrazione terapia.
  • Profilassi vaccinale Anti Epatite Virale B. Somministrazione del vaccina anti epatite B: gestione successivi appuntamenti, valutazione risposta vaccinale, registrazione dati,
  • Profilassi vaccinazione Antinfluenzale. Somministrazione vaccino antinfluenzale: gestione contatti ASL, comunicazione agli studenti.
  • Gestione della Radioprotezione Medica (D.Lgs. 230/95). Attuazione dei Piani di Sorveglianza Periodica
  • Monitoraggio post esposizione a malattie trasmissibili (contagiose, infettive, esantematiche). Controllo e monitoraggio studenti esposti a rischio biologico: monitoraggio in collaborazione con il Comitato Infezioni Ospedaliere (CIO). Attuazione e gestione della sorveglianza sanitaria post esposizione accidentale: registrazione dati, compilazione moduli INAIL, vaccinazioni Hbv se non immunizzati, verifica controlli ematici successivi.
  • Gestione denunce malattie professionali. Diagnosi di malattia professionale: accertamenti, eventuale allontanamento dalla mansione, segnalazione agli organi competenti (ASL – INAIL).