Workshop Phenomenology Today: Nello specchio dell’esperienza. Una teoria della for-me-ness

23 May 2018

Continuano gli appuntamenti del Workshop Phenomenology Today organizzato dal Centro di Ricerca PERSONA della Facoltà di Filosofia. Il Workshop affronta i temi principali della discussione filosofica contemporanea all’interfaccia tra fenomenologia, ontologia sociale e filosofia della mente. I seminari sono aperti a tutte le persone interessate.

Il giorno 29 maggio 2018, dalle ore 14 alle ore 16, nell’aula Agnodice (DIBIT 1), si terrà il seminario tenuto da Alfredo Tomasetta (IUSS Pavia), dal titolo “Nello specchio dell’esperienza. Una teoria della for-me-ness”:

 

Secondo alcuni filosofi della mente contemporanei (e.g.: Guillot, Montague, Kriegel, Strawson, Zahavi), quando un soggetto S ha un’esperienza cosciente E, non solo esperisce ciò che E rappresenta (posto che E sia uno stato rappresentazionale), ma esperisce anche E stessa.
A questa tesi se ne accompagna spesso un’altra: avere coscienza non solo comporta l’esperienza dell’esperienza stessa, ma anche l’esperienza del fatto che le esperienze sono date al soggetto che le intrattiene: si tratta del fatto, fenomenicamente manifesto, della ‘for-me-ness’.
In questo intervento intendo mostrare che se si sottoscrivono quattro (versioni specifiche di certe) idee-chiave, si può dare una spiegazione piuttosto lineare di come le due tesi appena ricordate possano essere vere.
In particolare, le quattro idee-chiave riguardano: 1) l’esistenza dell’acquaintance come relazione sui generis; 2) i relata dell’acquaintance; 3) la cosiddetta ‘Tesi della Rivelazione’ circa la natura degli stati coscienti; e 4) l’idea secondo cui, per loro natura, i tropi (ossia le proprietà particolarizzate) possono appartenere solo ai loro effettivi portatori.
A questo link il programma del Workshop

You might be interested in