Centri di Ricerca

Centro Studi di Etica e Politica

Presentazione

Affrontare le questioni pubbliche del tempo presente – negli ambiti delle scienze e delle biotecnologie, della psicologia e delle neuroscienze, dell’economia, della politica, della comunicazione interculturale – significa essere consapevoli di dover fare scelte morali fondamentali. Di questo tratta il vasto campo dell’etica pubblica, intesa come ambito della discussione filosofico-morale intorno alle questioni emergenti in ambito

politico, sociale e istituzionale, le cosiddette questioni pubbliche. Sono pubbliche le questioni che hanno a che fare non con le vite private degli individui bensì con la loro sorte condivisa di cittadini indipendentemente dalle relative appartenenze morali e comunitarie. Si tratta, dunque, di prendere decisioni collettive a favore del bene pubblico, il bene di tutti e di ciascuno nella sua qualità di cittadino. Parallelamente a ricerche in etica pubblica, il CeSEP indaga anche questioni di carattere metaetico e teorico-normativo, proponendosi così come luogo di discussione, di ricerca interdisciplinare e di formazione nell’ambito dell’etica pubblica, della metaetica e della morale normativa.

Finalità

Fondato da Roberto Mordacci il I giugno 2007, presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele, il CeSEP è un luogo di ricerca, discussione e formazione sulle questioni etiche riguardanti i vari ambiti della vita associata, le pratiche sociali e le tecnologie impiegate nei settori produttivi, comunicativi e assistenziali.

Questa finalità generale si articola in una serie di obiettivi specifici, precisati nello Statuto del Centro (art. 2):
a.    Svolgere ricerche bibliografiche, teoriche, applicate intorno alle questioni morali e politiche dell’età contemporanea.
b.    Organizzare seminari, conferenze, dibattiti, corsi di formazione e seminari tenuti da esperti noti a livello nazionale ed internazionale.
c.    Pubblicare atti, libri, documenti e riviste che diffondano i risultati delle ricerche e promuovano la discussione sui temi focalizzati dal Centro.

Metodi

Le ricerche, le lezioni, le pubblicazioni e le iniziative formative sono condotte sulla base di criteri scientifici quali rigore argomentativo, adeguata documentazione delle tesi e pieno rispetto delle opinioni.
Il Centro intende promuovere al massimo grado le occasioni di confronto fra le differenti tradizioni culturali, filosofiche, religiose, intendendo offrire a questo scopo occasioni appropriate e adeguatamente comunicate ad ampi settori del pubblico, anche attraverso i social media.

Temi

Negli ultimi anni le attività di ricerca hanno riguardato principalmente le seguenti tematiche:

Neuroetica

Lo studio neuroscientifico delle scelte morali mette a frutto competenze diverse (neuroscienze, neuroimaging, etica, teoria delle decisioni razionali) per la migliore comprensione delle strategie decisionali degli individui, in particolare di fronte a questioni con importanti connotazioni morali. Rispetto a queste tematiche, il CeSEP ha collaborato attivamente con la Facoltà di Psicologia dell’Università Vita-Salute San

Raffaele e con la Società Italiana di Neuroetica e di Filosofia delle Neuroscienze (SINe).

La neuroetica è al centro di un progetto di ricerca triennale finanziato dai Progetti di ricerca di rivelante interesse nazionale (PRIN 2017) del Ministero dell'Università dal titolo “Nuove sfide per l'etica applicata. L'impatto morale degli avanzamenti scientifici e tecnologici”. Il progetto coinvolge l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, l’Università di Roma Tre, l’Università degli Studi di Pisa e l’Università degli Studi di Padova ed è coordinato dal Professor Massimo Reichlin.

Religioni e democrazie liberali

Le identità religiose si pongono in un rapporto dialettico con le democrazie liberali, richiedendo spazi di tutela dell’identità e criticando i limiti del liberalismo. La possibilità di conflitti rilevanti a sfondo religioso impone una riflessione sulla convivenza democratica.

Global warming. Politica ed etica della responsabilità ambientale

L’emergenza ambiente ha un preciso punto di riferimento, il surriscaldamento globale. Il pericolo è grande ma esistono tecnologie per evitarlo; ciò che manca sono invece le politiche per renderle efficaci e diffuse. Si tratta di una sfida vitale per la sopravvivenza del pianeta.

Cosmopolitismo: una nuova cittadinanza per la globalizzazione

La nozione di cosmopolitismo affonda le proprie radici nello Stoicismo antico, ma è ritornata in auge ogni volta che si sono aperti i confini delle comunità locali (come la polis greca) e degli stati nazionali. Immanuel Kant ne fece un punto centrale della sua riflessione politica. Oggi molti autori lo ripropongono come possibile via d’uscita dai conflitti e fondamento dei diritti umani.

Tavolo della Democrazia

Il Tavolo della Democrazia consiste in un ciclo di seminari su temi di attualità politica, sociale ed economia affrontati da punti di vista diversi, secondo un approccio multidisciplinare e pluralistico. L'idea di fondo è che, quale che sia la tematica che si intende approfondire e discutere, sia necessario uno sguardo filosofico che abilita ad una visione d’insieme dei singoli aspetti trattati, pur nel rispetto dei dati di realtà e della contingenza storico-sociale.

Workshop di Bioetica

I Workshop di Bioetica sono occasioni di confronto sulle questioni etiche sollevate dalle applicazioni biotecnologiche al campo delle scienze mediche nonché all'ambito della cura. Di tali questioni si cerca di mettere a fuoco le ricadute a livello morale, sociopolitico, economico, giuridico ed ambientale, a partire da una adeguata chiarificazione degli aspetti scientifici, tecnici e tecnologici.

InnovaCAre

InnovaCAre - Enhancing Social Innovation in Elderly Care: values, practices and policies è un progetto di ricerca finanziato da Fondazione Cariplo, e promosso dal Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università degli Studi di Milano e dalla facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele per studiare le problematiche legate all’invecchiamento della popolazione italiana, in particolare per quel che riguarda la Long Term Care, l’assistenza di lungo periodo per le persone anziane non autosufficienti, in particolare contribuendo alla definizione di un modello sostenibile che permetta di affrontare queste sfide sia dal punto di vista socio-economico sia sotto il profilo etico.