Centro Europeo di Ricerca di Storia e Teoria dell’Immagine

Il Centro Europeo di Ricerca di Storia e Teoria dell’Immagine (ICONE) si prefigge di promuovere lo studio della dimensione figurale e simbolica intesa come veicolo di quel vasto patrimonio di allegorie, metafore e forme espressive che costituisce il cuore della civiltà europea, della sua identità e della sua autocomprensione, nonché il serbatoio culturale da cui attinge il pensiero nella sua continua attività critica e creativa.

In rapporto a un simile campo di ricerche, il complesso di espressioni artistiche del Palazzo Borromeo di Cesano Maderno, che il Centro elegge a sua residenza, offre una sede privilegiata e persino una possibile e ideale fonte d’ispirazione: Sala dei Fasti romani, Piazza dell’Esedra, la Galleria delle Arti liberali e le Sale alla Mosaica testimoniano come l’intreccio di forme, ritmi e figure sia in grado di articolare una concezione del mondo.

Il Centro ICONE non intende soltanto studiare e ricercare la memoria dell’immagine e il suo splendido lascito nella cultura europea, ma si prefigge di analizzare e cogliere la specificità delle grandi trasformazioni tecnologiche ed espressive che la riproducibilità tecnica (fotografia e cinema), prima, e la rivoluzione digitale e la rete, poi, hanno comportato non solo a livello strumentale, ma nella stessa concezione dell’immagine e del suo pensiero.

Ecco allora che le prospettive di studio iconologico, estetico, storico-simbolico e teorico-critico del Centro ricomprendono in un unico progetto complessivo di ricerca sia l’indagine sulle forme espressive tradizionali della cultura europea dell’immagine (le arti plastiche e figurative, l’architettura, il teatro, la danza, la musica) che l’interrogazione teorica sulla fotografia, il cinema e i nuovi mezzi elettronico-digitali di espressione.