Metafisica e Filosofia delle Arti- DIAPOREIN

Metafisica e Filosofia delle Arti- DIAPOREIN

Obiettivi

Il Centro costituisce un luogo di ricerca, discussione e formazione

Il fecondo intreccio e la pluralità di tradizioni di pensiero, di teorie e di pratiche della cura finalizzate alla ricerca, comprensione e ripensamento della tradizione filosofica occidentale – e riassumibili intorno all’interrogativo quid est homo? –, che caratterizza l’impresa ideale ed ispiratrice del San Raffaele, si profila quindi come lo spazio più adeguato e consono per promuovere quell’indagine rigorosa, ma insieme interdisciplinare, che costituisce lo spirito più autentico della metafisica e della filosofia delle arti concepiti come strumenti privilegiati di una consapevolezza che è in primis quella del filosofo in quanto impegnato a mettere sempre in questione ogni forma di astratta presupposizione; e che ha come uno tra i propri obiettivi più importanti quello di rimuovere ogni forma di cristallizzazione, di orientare i saperi, nonché lo studio delle istituzioni in cui la prassi progettante dell’umano si è di volta in volta concretizzata.
Questo ambito e questi scopi trovano articolazione in una serie di obiettivi specifici, che sono elencati nell’articolo 2 dello Statuto del Centro:

  • Svolgere ricerche bibliografiche, analitiche, teoriche e critiche che percorrono tutto l’arco della civiltà occidentale e abbiano per oggetto la relazione fra la definizione e i metodi d’indagine dei campi del sapere e la costituzione di una solidità concettuale e argomentativa quale può essere solo quella del “metafisico”, impegnato a ripensare i grandi temi dell’ontologia classica e della teologia.
  • Organizzare seminari, conferenze, convegni, dibattiti, corsi di formazione e lezioni di personalità di rilievo nazionale e internazionale nell’ambito della riflessione contemporanea sugli intrecci tra pensiero filosofico, metafisico, teologico, estetico e storico.
  • Promuovere, favorire e ospitare gli studi di carattere interdisciplinaresecondo la vocazione stessa connaturata ad un’idea di filosofia vissuta come riflessione sulle forme del fare, e incentivare la formazione di una rete di ricerca che colleghi e sviluppi sinergie, collaborazioni e integrazioni innanzitutto con gli altri Centri e le Facoltà dell’Università e, in una prospettiva più generale, con altri istituti ed enti di ricerca nazionali e internazionali.
  • Pubblicare atti, libri, documenti e riviste che illustrino e diffondano i risultati delle ricerche e contribuiscano a sviluppare la discussione sui temi affrontati dal Centro.