Tutte le news

Paolo Preziosa, specializzato UniSR, tra i più giovani ricercatori e speaker al Congresso Mondiale sulla sclerosi multipla

23 gennaio 2017
Campus e Sport


Un recente studio coordinato dal Professor Massimo Filippi, Ordinario di Neurologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, e dai suoi collaboratori dell’Unità di Neuroimaging Quantitativo dell’Ospedale San Raffaele, tra cui il Dottor Paolo Preziosa, è stato presentato a Londra al 32° Meeting dell’ECTRIMS (European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis), tenutosi nei giorni 14-17 Settembre 2016. ECTRIMS è il più importante meeting mondiale sulla sclerosi multipla, dove annualmente si riuniscono più di 9000 neurologi e ricercatori coinvolti nello studio di differenti aspetti della patologia.

Ogni anno al congresso vengono discussi, tra gli altri, gli avanzamenti nello studio dei meccanismi patogenetici alla base della malattia e delle sue manifestazioni cliniche e nell’applicazione di strumenti paraclinici, tra cui la risonanza magnetica, per migliorare la certezza diagnostica e per monitorare l’evoluzione della patologia. Vengono infine proposti fondamentali aggiornamenti sulle nuove terapie in fase di sperimentazione per il trattamento della malattia.

 “Lo studio presentato” spiega il Prof. Filippi “è stato condotto nel contesto del network “MAGNIMS” (Magnetic Resonance Imaging in MS), un network europeo a cui collaborano i principali esperti europei nell’applicazione della risonanza magnetica allo studio della sclerosi multipla, e ha indagato se la valutazione delle lesioni corticali della malattia mediante l’uso di una tecnica specifica (“double inversion recovery”), potesse migliorare l’accuratezza della diagnosi di sclerosi multipla in pazienti con forma clinicamente isolata, ossia in quei pazienti con una prima manifestazione clinica suggestiva della malattia”.

 “Lo studio” continua il Dott. Preziosa “ha dimostrato che l’identificazione delle lesioni corticali all’esordio della malattia migliora la specificità dei criteri diagnostici attualmente utilizzati, preservando sensibilità ed accuratezza adeguate e suggerendo che la valutazione di tali lesioni potrebbe facilitare una corretta diagnosi di sclerosi multipla”.

Dichiara infine il Dott. Preziosa: “Ho sempre amato la scienza ed in particolare la ricerca nell’ambito della medicina. Già al terzo anno di Liceo ho avuto modo di partecipare all’orientamento organizzato dall’Università Vita-Salute San Raffaele e mi hanno subito colpito l’ambiente pieno di stimoli, la grande professionalità e passione di docenti, medici e di tutto il personale e, soprattutto, la possibilità di poter combinare l’attività clinica con quella di ricerca, entrambe ad alto livello. Sin da studente di Medicina ho potuto intraprenderle entrambe nell’ambito della sclerosi multipla avendo come riferimento esperti internazionali quali il Professor Massimo Filippi e il Professor Giancarlo Comi. Mi sono laureato in Medicina e Chirurgia nel luglio 2010, ho quindi proseguito il mio percorso con la Specializzazione in Neurologia, appena conclusa a luglio 2016, ed attualmente ho iniziato, sempre presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, un dottorato di ricerca presso l’Unità di Neuroimaging Quantitativo diretta dal Professor Massimo Filippi, dove mi sto occupando dello studio mediante risonanza magnetica del danno della sostanza grigia cerebrale causato dalla sclerosi multipla”.

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Giornata mondiale del volontariato: UniSR incontra il mondo del volontariato
Ateneo05 dicembre 2019
Giornata mondiale del volontariato: UniSR incontra il mondo del volontariato
World University Rankings 2020: UniSR conferma l'ottima posizione del 2019
Ateneo21 novembre 2019
World University Rankings 2020: UniSR conferma l'ottima posizione del 2019
Brexit: la fine di un'epoca
Campus e Sport31 ottobre 2019
Brexit: la fine di un'epoca
WelcomeDay UniSR : 14 ottobre
Campus e Sport20 settembre 2019
WelcomeDay UniSR : 14 ottobre