Tutte le news

UniSR tra i progetti vincitori della AriSLA “Call For Projects 2017”

30 gennaio 2018
Attività di ricerca

Sono 6 i progetti vincitori che godranno del finanziamento da parte di Fondazione AriSLA – Fondazione Italiana di ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica. Nonostante i recenti progressi della ricerca sulla genetica della SLA, malattia rara neurodegenerativa che oggi nel nostro Paese colpisce circa 6000 persone, i meccanismi sottesi alla malattia restano ignoti: obiettivo dei progetti sottomessi alla “Call for Projects 2017” è comprendere i meccanismi che sottintendono l’insorgenza della SLA e indagare il processo neurodegenerativo con approcci altamente innovativi.

Tra i “Full grant” premiati, ovvero progetti che sviluppano ambiti di studio promettenti e basati su un solido fondamento scientifico, anche “AxiRibALS”, il progetto presentato dal Prof. Gian Giacomo Consalez dell’Università Vita-Salute San Raffaele e da Gabriella Viero dell’Istituto di biofisica del Consiglio nazionale delle ricerche. Il progetto avrà una durata di 36 mesi e l’importo del finanziamento sarà di 210.000 euro.

Commenta il Prof. Consalez, Associato di Anatomia Umana e Coordinatore dell’insegnamento di Istologia, Embriologia e Morfologia Umana per il Corso di Laurea di Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche: “Questo Full Project nasce dalla necessità di tornare al bancone per analizzare i meccanismi molecolari alterati in una patologia di cui si conosce ben poco. Per il mio gruppo è un riconoscimento importante, visto che non ci siamo mai occupati prima di sclerosi laterale amiotrofica, e che ci avventuriamo in un campo per noi nuovo. Il finanziamento premia un’idea interessante che non aveva ricevuto attenzione prima d’ora. Siamo all’inizio di un percorso arduo e faremo del nostro meglio per onorare questo importante riconoscimento producendo dati innovativi e speriamo rilevanti per l’approccio alla malattia. Per il nostro Ateneo, si tratta solo di un riconoscimento aggiuntivo, che non fa che confermare l’impegno incessante messo in campo dai docenti e ricercatori UniSR nella ricerca di base e traslazionale”.

Un aspetto distintivo della SLA è che colpisce soprattutto fibre nervose a lungo raggio, come il tratto corticospinale, che controlla i movimenti fini, e il nervo periferico: i neuroni di queste vie nervose possiedono lunghi processi, detti assoni, che trasportano segnali elettrici dal corpo cellulare al muscolo, o a un altro neurone. I neuroni colpiti da SLA emettono gli assoni tra i più lunghi del corpo umano, fino a un metro e oltre. Così, in queste cellule nervose, l’assone costituisce la maggioranza del volume neuronale. Gli scienziati hanno a lungo ritenuto che l’assone non producesse proteine e che, per la sua struttura e funzione, dipendesse interamente dalle proteine prodotte dal corpo cellulare. Tuttavia, scoperte recenti hanno dimostrato che non è sempre così e che alcune importanti proteine sono sintetizzate direttamente nell’assone. L’obiettivo del progetto è indagare se e come la SLA influenzi la capacità da parte degli assoni di produrre, rinnovare e mantenere le proteine necessarie alla loro funzione e alla sopravvivenza di tutto il neurone. Il progetto del Prof. Consalez utilizzerà tecnologie all’avanguardia per valutare se la produzione di proteine anormali nell’assone rappresenti una causa della degenerazione neuronale e assonale.

I progetti vincitori sono stati selezionati dopo un attento processo di valutazione in “peer-review”: una metodologia grazie alla quale esperti revisori internazionali analizzano e giudicano le proposte progettuali secondo criteri di scientificità, oggettività e merito, escludendo ogni conflitto di interesse. Questo modello non solo dà garanzia di terzietà nella scelta dei progetti da finanziare ma, in particolare, mira a valorizzare e premiare la ricerca d’eccellenza, effettuata con metodi rigorosi, fondata su ipotesi innovative e orientata su temi di studio considerati prioritari per la conoscenza ed il trattamento della SLA e per migliorare la qualità di vita dei pazienti.

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Continuano online i Gender Lunch Seminars: 20 gennaio 2022
Attività di ricerca14 gennaio 2022
Continuano online i Gender Lunch Seminars: 20 gennaio 2022
Dimostrata l’efficacia di un nuovo esame TC nella diagnosi differenziale del dolore toracico acuto
Attività di ricerca23 dicembre 2021
Dimostrata l’efficacia di un nuovo esame TC nella diagnosi differenziale del dolore toracico acuto
Behaviour Change: la ricerca di UniSR sul lavoro post pandemia
Ricerca05 novembre 2021
Behaviour Change: la ricerca di UniSR sul lavoro post pandemia
“Human Brains”: al via la seconda fase del progetto di Fondazione Prada
Attività di ricerca21 ottobre 2021
“Human Brains”: al via la seconda fase del progetto di Fondazione Prada