Tutte le news

UniSR e Studio Azzurro insieme per un workshop creativo

26 aprile 2022
Eventi

La riflessione sull’immagine artistica, nelle sue dinamiche di creazione, esperienza ed elaborazione, è il fulcro di “Stanze Laboratorio”: un workshop creativo partecipato, che ha come obiettivo la realizzazione di una istallazione multimediale interattiva.

Il workshop è promosso da ICONE – Centro europeo di ricerca in Storia e teoria dell’immagine dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, da cui è nato anche il Corso di laurea magistrale in Teoria e storia delle arti e dell’immagine – in collaborazione con il collettivo artistico di fama internazionale Studio Azzurro.

Il workshop “Stanze Laboratorio” si terrà nel corso di tre giornate dal 29 giugno al 1° luglio presso Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno, ma sarà presentato questo mercoledì 4 maggio alle ore 18:00, presso lo spazio Agorà della Triennale di Milano.

L’iniziativa rientra nelle attività di collaborazione tra la Facoltà di Filosofia di Università Vita-Salute San Raffaele e la Triennale Milano, sviluppata con l’obiettivo di offrire momenti di ricerca, riflessione e confronto tra la filosofia e discipline quali l’architettura, il design, l’arte contemporanea, la fotografia, il teatro e le arti performative.

Presentazione del progetto in Triennale Milano

L’evento di presentazione del workshop, aperto a tutti, sarà l’occasione per scoprire meglio le realtà coinvolte nel progetto e l’obiettivo dell’iniziativa.

Nella cornice prestigiosa della Sala Agorà della Triennale di Milano interverranno Fabio Cirifino, Laura Marcolini e Leonardo Sangiorgi, di Studio Azzurro, con la moderazione della professoressa Francesca Pola, di Università Vita-Salute San Raffaele.

L’evento, che si terrà mercoledì 4 maggio alle 18:00, potrà anche essere seguito in diretta streaming sul profilo Facebook @Studio Azzurro.

Il Workshop: “Stanze Laboratorio”

Le “stanze” che danno nome al workshop sono quelle di Palazzo Arese Borromeo, con i suoi straordinari spazi e affreschi di epoca barocca. Il “laboratorio” rimanda invece alla sperimentazione con cui i partecipanti cercheranno di rivivere queste stanze e animarle attraverso immagini parlanti.

Il workshop non è solo progettuale ma realizzativo: l’obiettivo finale è infatti realizzare un progetto multimediale interattivo all’interno degli spazi di Arese Borromeo.

L’attività sarà guidata dai protagonisti dell’esperienza creativa di Studio Azzurro – Fabio Cirifino, Laura Marcolini, Leonardo Sangiorgi – nel corso di tre giorni: dal 29 giugno al 1° luglio 2022, presso la storica sede di Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno.

La riflessione sull’esperienza dell’immagine artistica - sia in fase creativa, sia in fase di fruizione - è il fulcro di Stanze Laboratorio, un workshop dove teoria e pratica, idea e forma, sono in costante dialogo.

Come partecipare al Workshop “Stanze Laboratorio”

Il workshop prevede un numero chiuso, per un massimo di 40 partecipanti. È rivolto principalmente (per quanto non esclusivamente) a studenti del II o III anno di laurea triennale di università e/o accademie di ambito artistico, filosofico, performativo.

Per informazioni sull'evento di presentazione e per iscriversi al workshop contattare: stanze.laboratorio@gmail.com

Maggiori dettagli disponibili sul sito: www.stanzelaboratorio.it

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Continuano online i Gender Lunch Seminars. Prossimo incontro giovedì 26 maggio 2022
Eventi26 maggio 2022
Continuano online i Gender Lunch Seminars. Prossimo incontro giovedì 26 maggio 2022
Trappole digitali: il ruolo dei social nella formazione individuale - Webinar UniSR
Eventi25 maggio 2022
Trappole digitali: il ruolo dei social nella formazione individuale - Webinar UniSR
Pint of Science: nei pub milanesi torna la scienza alla spina
Eventi11 maggio 2022
Pint of Science: nei pub milanesi torna la scienza alla spina
UniSR a MIA Fair 2022 con tre talk su “Arte&Scienza” e il progetto di neuroestetica NEFFIE
Eventi26 aprile 2022
UniSR a MIA Fair 2022 con tre talk su “Arte&Scienza” e il progetto di neuroestetica NEFFIE