Filosofia

Cdl magistrale in Teoria e storia delle arti e dell’immagine

Anni2
Crediti120
AccessoLibero
LinguaItaliano

Guida di presentazione del corso

Ricevi informazioni sul corso

Scarica la brochure 
Scarica la brochure
Scarica la brochure

Il Corso

ICorso di Laurea magistrale in Teoria e storia delle arti e dell'immagine dell’Università Vita-Salute San Raffaele offre un percorso di formazione inedito nel panorama nazionale, grazie all’intreccio delle discipline tradizionali della storia dell’arte e dell’apporto teorico-critico della riflessione filosofica, convergenti sul fulcro dell’immagine come veicolo dei significati culturali e della loro valorizzazione.

120 crediti acquisiti nei 2 anni di corso forniranno competenze metodologiche, conoscenze approfondite e strumenti critici nel campo delle espressioni culturali e artistiche. Accanto agli insegnamenti disciplinari di area artistica e letteraria, il Corso di laurea Magistrale offre insegnamenti filosofici e storico-filosofici, metodologici ed economico-organizzativi ed una consistente rete di collegamenti con gli operatori pubblici e privati del settore.

Il Corso di Laurea dall'anno accademico 2022-2023 si svolgerà in modalità mista (blended), prevedendo una quota delle attività formative online. Per tutti gli insegnamenti erogati in modalità blended, la componente telematica viene indicata nella proporzione di un terzo rispetto alla didattica frontale in presenza.

Obiettivi: un percorso interdisciplinare attraverso le arti

L’approccio trasversale e interdisciplinare proposto mira a superare l’astratta separazione tra arti belle e arti performative, secondo una visione ampia e plurale dell’arte che permetta di affrontare le sfide dell’iconosfera contemporanea. Motivo di ispirazione del percorso di studi è l'idea di un umanesimo contemporaneo che va dal Rinascimento italiano fino alle odierne eccellenze artistiche e culturali che rendono riconoscibile l’italian style nel panorama internazionale, con l’attenzione a una visione d’insieme, storico-teorica, pratica e metodologica, del fenomeno contemporaneo dell’arte, in grado di andare oltre il sapere antiquario o monumentale della conservazione. Obiettivo è la costruzione di una conoscenza attiva che, raccogliendo la pluralità degli apporti disciplinari delle arti, renda possibile l’interazione con i bisogni attuali della società, anche attraverso una comunicazione efficace e innovativa del patrimonio artistico e culturale italiano sul palcoscenico europeo e globale.

Particolare attenzione è rivolta al digitale sia come oggetto di studio nei suoi aspetti culturali, artistici, estetici e comunicativi, sia come strumento informatico, sia come modalità didattica: ogni insegnamento del Corso si avvale della didattica digitale che prevede, per un terzo delle ore complessive, l’impiego di avanzati strumenti per la formazione nel campo delle scienze umane e della cultura.

È inoltre possibile avvalersi dello strumento strategico del Laboratorio di auto-imprenditoria e professioni delle arti, oltre che usufruire delle rilevanti collaborazioni e opportunità di stage nel settore e del programma d’internazionalizzazione.

Guardiamo i numeri

Università in Italia per pubblicazioni

26°

Università al mondo fra le più giovani

Didattica area letterara-umanistica atenei non statali

Citations per paper 2021 - The Young University Ranking 2022 - Censis 2022/23

Dopo la laurea: lavorare nel campo delle espressioni culturali e artistiche

Il Corso dà accesso agli ambiti professionali in cui sono richieste competenze critiche, metodologiche e conoscenze approfondite nel campo delle espressioni culturali e artistiche: forma figure professionali emergenti, come il consulente culturale per la valorizzazione dei prodotti artistici e dei contenuti dell’industria culturale, ma anche dei prodotti di consumo, con possibilità d’inquadramento in azienda, istituzioni o nell’ambito delle libere professioni.

La solida formazione storico-metodologica e l’approfondimento delle discipline museologiche e archivistico-bibliografiche, con la connessa conoscenza delle problematiche di conservazione, gestione, promozione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico e delle sue istituzioni, permette l’accesso a percorsi professionali negli ambiti della ricerca, della curatela, della gestione e dell’organizzazione di gallerie, collezioni d’arte e musei.

Ad esempio, le laureate e i laureati magistrali potranno intervenire laddove è ricercata la capacità di curare eventi espositivi di opere d’arte, come istituti di cultura, centri di studi e di ricerca, pubblici e privati, archivi, musei, biblioteche, sovrintendenze, gallerie d'arte, imprese d'antiquariato e commercio di opere d'arte, collezioni private, fondazioni, case d'asta.

Il percorso permette inoltre di accedere a quelle professioni in cui sono valorizzate le capacità critiche, comunicative, tecniche e gestionali nel campo della produzione culturale associata all’immagine: riviste specializzate, case editrici, fondazioni culturali, aziende e organizzazioni professionali che operano nel settore della produzione audiovisiva, istituzioni e compagnie teatrali, società di produzioni video-cinematografiche, broadcasting e web tv, enti locali di promozione del territorio, radio e televisioni pubbliche e private, siti web specializzati.

Oltre agli sbocchi professionali sopra indicati, sarà possibile proseguire il percorso formativo accedendo ai corsi di Dottorato di Ricerca e ai master universitari di II livello.

Responsabili del corso