Relazioni internazionali/Erasmus+

Relazioni internazionali/Erasmus+

Erasmus +

Erasmus + 2021-2027

Il 30 maggio 2018 la Commissione europea ha presentato la proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce “Erasmus: il programma dell’Unione per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport, per gli anni 2021-2027″. Il nuovo Programma sostituisce il precedente relativo agli anni 2014-2020, ampliandone la portata con un significativo aumento delle risorse disponibili e l’intendimento di promuovere la mobilità e allargare la platea dei beneficiari grazie all’attuazione di principi e obiettivi quali:

Inclusione

L’attenzione del nuovo programma sarà incentrata sull’inclusione e su un numero più elevato di giovani con minori opportunità, provenienti da aree o ambienti svantaggiati favorendo la possibilità di ricorrere a forme di “mobilità virtuale” e ad un uso sistematico delle piattaforme elettroniche, nonché dalla semplificazione delle procedure amministrative di accesso al programma.

Realizzare uno spazio europeo dell’istruzione

La finalità di potenziare la portata e l’ambito di Erasmus si accompagnerà all’obiettivo della Commissione di realizzare uno spazio europeo dell’istruzione entro il 2025, di cui Erasmus costituirà elemento chiave.

Un’Europa in cui imparare non limitata da confini. Un continente in cui sia divenuto la norma trascorrere un periodo in un altro Stato membro, per studiare, formarsi o lavorare, e parlare altre due lingue oltre alla propria lingua madre. Un continente in cui le persone abbiano un forte senso della propria identità di europei, del patrimonio culturale dell’Europa e della sua diversità.

Aumento dei finanziamenti

L’aumento dei finanziamenti consentirà, negli intendimenti delle istituzioni europee, di coinvolgere una platea molto più ampia di destinatari offrendo inoltre sostegno alle relazioni internazionali dell’UE, grazie ad una maggiore mobilità e cooperazione con i Paesi terzi ed al ricorso a combinazioni di mobilità fisica e virtuale.

Digitalizzazione

Implementazione di un ampio processo di digitalizzazione del Programma, mirata a semplificare i processi amministrativi legati alla gestione delle mobilità che contribuirà a rendere la mobilità accessibile a tutti, a prescindere dal retroterra economico e sociale, nonché a rilanciare il senso di identità europea tra gli studenti.  

Il nuovo Programma resta tuttavia strutturato in linee di azione chiamate KEY ACTIONS.

La Key Action 1 per l'istruzione superiore - attiva presso il nostro Ateneo - finanzia e promuove attività di scambio e cooperazione a tutti i livelli di istruzione accessibili nei Program Countries offrendo la possibilità agli studenti di trascorrere un periodo di studio dai 3 ai 12 mesi (Erasmus Studio), o di formazione pratica (Erasmus Traineeship) presso uno degli Atenei Partner o Enti eleggibili

  • nei 27 Stati Membri dell’Unione Europea
  • nei Paesi aderenti al Programma non dell’Unione europea: Islanda, Liechtenstein, Macedonia del Nord, Norvegia, Turchia e Serbia

e di ottenere, al rientro, il riconoscimento delle esperienze maturate all’estero, secondo le modalità definite da ciascuna Facoltà e/o Corso di Laurea.

Contatti

Per informazioni e dettagli sul Programma Erasmus+:

dott.ssa Astrid Scaperrotta, Ph.D
dott.ssa Justyna Jacek
email: erasmus@unisr.it
Tel. +39.02.91751.580/606

L’ufficio Erasmus+  riceve il martedì e giovedì dalle 9.30 alle 11.00 o su appuntamento.