All the news

Alessandro Migliara, dottorando UniSR, selezionato per il prestigioso “Roche Continents” a Salisburgo

10 January 2018
Medicina

Una settimana a Salisburgo, selezionato tra i top 100 studenti delle migliori Università europee: a rappresentare l’Università Vita-Salute San Raffaele in una preziosa opportunità di confronto internazionale è stato Alessandro Migliara, brillante laureato in Biotecnologie mediche presso il nostro Ateneo e attualmente studente del Dottorato di Ricerca Internazionale in Medicina Molecolare dell’Università San Raffaele, che sta svolgendo presso l’Istituto San Raffaele Telethon per la Terapia Genica (SR-TIGET).

Ideato nel 2007 dalla nota casa farmaceutica Hoffmann – La Roche, il progetto Roche Continents consente a 100 giovani studenti (70 di discipline scientifiche e 30 di ambito artistico) di confrontarsi su temi trasversali quali scienza, arte e società, con il comune denominatore della creatività, inserito nella cornice del Festival di Salisburgo. “Annualmente, Roche richiede alle migliori Università Europee di segnalare il proprio miglior studente, che risponda a determinati requisiti – tra i quali range d’età compreso tra i 20-29 anni e che sia particolarmente meritevole” raccontano le Dott.sse Anna Mondino (Capo dell’Unità “Attivazione Linfocitaria” presso l’Ospedale San Raffaele) e Daniela Talarico (ricercatrice presso la Divisione di Genetica e Biologia Cellulare presso l’Ospedale San Raffaele, nonché membro del Comitato Direttivo del nostro Corso di Dottorato). “Conoscevamo bene Alessandro e sapevamo dei suoi recenti successi lavorativi [è stato primo autore di una ricerca pubblicata su Cell in ambito di editing epigenetico, di cui abbiamo scritto qui]: ci siamo consultate con diversi Coordinatori del Corso di Dottorato, e infine la sua candidatura da parte nostra è stata approvata all’unanimità”.

Photo credit: Roche

La sola candidatura, tuttavia, non garantisce automaticamente la partecipazione al progetto: gli studenti segnalati sono stati infatti sottoposti ad un’attenta selezione basata sulla motivazione dello studente a partecipare e sulla qualità e originalità di un progetto all’interfaccia tra arte e scienza, proposto da ciascun candidato. Tema di quest’anno: “Spectrum of power”.

Così commenta Alessandro: “Sono molto felice che i miei Professori e la commissione scientifica di Roche Continents mi abbiano scelto. È stato davvero un motivo d’orgoglio rappresentare il mio Ateneo e l’Italia in questa manifestazione. Di questo voglio ringraziare anche il laboratorio di Regolazione epigenetica e modificazione mirata del genoma, diretto dal Prof. Angelo Lombardo, presso cui lavoro, e tutto SR-TIGET, diretto dal Prof. Luigi Naldini e dove sto maturando dal punto di vista umano e professionale. Durante la settimana trascorsa a Salisburgo abbiamo preso parte a svariati laboratori pratici (dal brainstorming su problemi di interesse sociale a lezioni di percussioni!) e assistito alla testimonianze di scienziati e artisti di fama internazionale. Abbiamo toccato con mano come per fare innovazione bisogna essere disposti a correre dei rischi, anche quello di non incontrare sin da subito il plauso dell’opinione pubblica. La nostra forza trainante dev’essere l’entusiasmo, la perseveranza, la collaborazione e la creatività. Nella nostra attività di ricercatori – personalmente mi occupo di ingegneria epigenetica a scopi terapeutici e di caratterizzare i meccanismi molecolari alla base dell’epigenetica  – la creatività sta all’inizio, quando ideiamo una strategia innovativa per approcciare un problema clinico, ma anche poi in corso di sviluppo del progetto: di fronte  a risultati talvolta negativi è cruciale  immaginare le soluzioni migliori per rimettersi in carreggiata e raggiungere l’obiettivo finale. Da un punto di vista umano, a Roche Continents ho avuto modo di conoscere colleghi provenienti da tutto il mondo, ai quali mi accomuna un forte entusiasmo per le nostre ricerche, siano esse scientifiche o artistiche; con molti di loro sono anche nate delle belle amicizie. Roche Continents è stata un’esperienza unica che sono certo ricorderò per sempre con gratitudine”.

 

Per maggiori informazioni sul progetto Roche Continents: https://roche-continents.com/home.html

Share news

You might be interested in

Plenary Lecture: “The physiopathologic interplay between muscle and nerve in ALS”
Attività di ricerca03 December 2019
Plenary Lecture: “The physiopathologic interplay between muscle and nerve in ALS”
Plenary Lecture:
Attività di ricerca15 November 2019
Plenary Lecture: "Role of unusual RNA/DNA structures in health and disease"
Eleonora Dondossola, a former UniSR biotechnologist, is in the Nature Research Award for Inspiring Science shortlist
Attività di ricerca04 October 2019
Eleonora Dondossola, a former UniSR biotechnologist, is in the Nature Research Award for Inspiring Science shortlist
Dr. Conte wins the
Attività di ricerca24 September 2019
Dr. Conte wins the "Future Leaders Mentorship Program for Clinical Diabetologists" Award