Una chiara comunicazione per una migliore salute: laureati UniSR al Convegno “Health Literacy”

27 ottobre 2016


I prossimi 4 e 5 Novembre si terrà a Roma il Convegno 2016 della Consociazione Nazionale delle Associazioni Infermiere/i dal titolo “Health Literacy – una chiara comunicazione per una migliore salute”; in occasione del Convegno verranno presentati due studi cui hanno contribuito in maniera importante alcuni nostri laureati in Infermieristica.

Chi promuove la salute ha il compito non solo di trasferire le necessarie informazioni all’utente, ma soprattutto deve assicurarsi che esse siano facilmente comprensibili. Questa è la “Health literacy”: un’importante strategia di autoconsapevolezza che può migliorare la capacità degli individui di accedere alle informazioni e utilizzarle in modo efficace, aiutando così a promuovere e preservare la propria salute.

A questo tema, sempre più importante al giorno d’oggi, è dedicato il Convegno 2016: rappresenterà un momento di confronto culturale e scientifico tra cittadini, professionisti infermieri, professionisti sanitari e Aziende sanitarie e sociali, sullo stato dell’arte e sulle prospettive di sviluppodella Health Literacy. Partendo da questa, il convegno intende spaziare sulle attività di promozione della salute, il self-care e l’empowerment, offrendo uno sguardo innovativo sulle possibilità offerte dai social media e dalla digitalizzazione sanitaria.

Tra i contributi selezionati per la presentazione orale vi sono due studi, condotti da un gruppo di ricerca di cui fanno tuttora parte Stefano Gini, Alessandro Girotto, Sebastiano Lena, Margherita Speroni e Chiara Marta Stenco, laureati negli ultimi due anni presso il Corso di Laurea in Infermieristica dell’Università Vita-Salute San Raffaele, a conferma delle sempre maggior attenzione alla ricerca in ambito infermieristico dedicata da docenti e studenti del corso di Studi del nostro Ateneo. Tali studi riguardano l’educazione al paziente chirurgico (uno riguardante la creazione di strumenti per l’informazione e l’educazione del paziente, l’altro relativo alla valutazione dell’efficacia, con uno studio Sperimentale Randomizzato Controllato, degli strumenti stessi su alcuni outcomes quali ansia, controllo del dolore e ripresa delle attività di vita quotidiana).

I lavori di ricerca, iniziati nel 2013, si sono sviluppati grazie al coordinamento del Dr. Emanuele Galli e del Prof. Duilio F. Manara della Direzione del Corso di Laurea in Infermieristica, al contributo della Dott.ssa Paola M.V. Rancoita, ricercatrice presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, ed al supporto della Dr.ssa Anna Maria Rossetti e della Dr.ssa Rosanna Mantecca Mazzocchi, della Direzione Infermieristica dell’Ospedale San Raffaele, e dei coordinatori infermieristici Gledis Chaulan, Chiara Ritella e Vito Schirò.

Nell’ambito convegno, Alessandro Girotto e Chiara Marta Stenco saranno i relatori in una sessione dedicata agli aspetti assistenziali dell’educazione del paziente.

 

 

Ti potrebbero anche interessare