Tutte le news

Un prelievo al primo colpo: ecco l’innovativo “trova-vene”

15 marzo 2017
Curiosiscienza

Ho le vene difficili
L’infermiere non mi trova la vena

Tutti noi abbiamo sentito, almeno una volta, qualcuno lamentarsi della difficoltà nell’effettuare prelievi o punture: vene introvabili e di conseguenza tanti buchi dolorosi. Per risolvere questo problema, un’azienda americana, la Christie Medical Holdings, ha sviluppato un dispositivo che aiuta gli infermieri a trovare le vene in tempo reale e determinare il miglior punto di inserimento dell’ago. L’innovativo strumento si chiama VeinViewer® e crea un’immagine digitale utilizzando luce a infrarossi sulla pelle, localizzando vene, valvole e biforcazioni profondi fino a 15 mm.

COME FUNZIONA?

VeinViewer® si avvale di una tecnologia brevettata che usa un sistema AVIN™ (Active Vascular Imaging Navigation); lo strumento è un illuminatore che proietta luce vicino agli infrarossi: questa viene assorbita dal sangue e riflessa dal tessuto circostante. L’informazione viene poi catturata, processata e proiettata digitalmente in tempo reale direttamente sulla superficie della pelle, fornendo un’immagine accurata del reticolo sangue del paziente. Con VeinViewer® i medici possono osservare vene periferiche, biforcazioni e valvole e valutare in tempo reale il riempimento o flusso sanguigno venoso. Inoltre, una volta inserito l’ago, può aiutare a navigare le curve dei vasi, localizzare ed avere accesso al primo colpo alle vene dei pazienti.

VeinViewer® è disponibile in una gamma di diversi modelli. I due principali sono:

  • Flex”, compatto e portatile. Flex è adatto specialmente a reparti ospedalieri, quali Pronto Soccorso o terapia intensiva, dove i requisiti di spazio e velocità di valutazione richiedono un “trovatore di vene” ultra-portatile, rapido e affidabile.
  • Vision2”,  che si compone di una base e di un braccio articolato facile da manovrare. Basta posizionare Vision2 accanto al letto del paziente muovere il braccio flessibile per illuminare ogni distretto corporeo, dalla testa ai piedi. Vision2 offre anche diverse opzioni di personalizzazione dell’immagine proiettata: cambiarne il colore, ingrandirla o ridimensionarla, aumentare o diminuire la luminosità, osservare l’immagine utilizzando la modalità “dettagli”, persino memorizzare un file PNG dell’immagine acquisita.

Premiato dalla rivista TIME come una delle migliori invenzioni mediche del 2004, VeinViewer® è distribuito in Italia da Kairos Medical.

NOTA BENE: l’Università Vita-Salute San Raffaele e l’IRCCS Ospedale San Raffaele non si occupano della produzione e/o distribuzione del prodotto. Per eventuali informazioni:https://www.christiemed.com/

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Il regalo giusto a Natale? È questione di neuroscienze
Curiosiscienza10 dicembre 2019
Il regalo giusto a Natale? È questione di neuroscienze
La psicologia sociale del Natale: intervista all’UniSR-Social.Lab
Ricerca01 dicembre 2019
La psicologia sociale del Natale: intervista all’UniSR-Social.Lab
Perché spesso ci dimentichiamo il nome di chi abbiamo appena conosciuto?
Curiosiscienza08 novembre 2019
Perché spesso ci dimentichiamo il nome di chi abbiamo appena conosciuto?
Il “doping” naturale dello studente: tè e caffè. Intervista al cervello
Curiosiscienza06 ottobre 2019
Il “doping” naturale dello studente: tè e caffè. Intervista al cervello