A Marco Bandini, specializzando in Urologia, il “Merit Award” dalla American Society of Clinical Oncology

17 giugno 2019

Il Dott. Marco Bandini, specializzando al quarto anno in Urologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, è tra i vincitori del prestigioso “Merit Award” assegnato durante il 55° Congresso Annuale dell’ASCO (American Society of Clinical Oncology), il più importante appuntamento dell’oncologia mondiale.

Quest’anno sono stati otto i giovani ricercatori italiani a cui è stato attribuito il premio per la rilevanza dei loro studi. Il premio è stato assegnato al Dott. Bandini per un abstract inviato al Congresso, intitolato “Squamous-cell carcinoma variant histology (SCC-VH) in muscle-invasive bladder cancer (MIBC): A comprehensive clinical, genomic, and therapeutic assessment from multiple datasets”. Da questo abstract è in fase di preparazione l’original article.

L’ASCO Merit Award è un riconoscimento che premia l’elevata qualità di un lavoro scientifico presentato da specializzandi o giovani fellows in ambito di ricerca oncologica. Sin dalla sua introduzione nel 1995, è uno tra i più prestigiosi riconoscimenti per giovani ricercatori, e molti dei premiati sono poi diventati leader researchers in diversi campi dell’oncologia medica. 

Dichiara il Dott. Bandini:

L’Attribuzione del Merit Award rappresenta un riconoscimento non solo per il singolo ricercatore, ma soprattutto per il gruppo di ricerca e per l’istituzione che lo supporta. Il raggiungimento del premio è infatti il riflesso di un programma di formazione che pone al centro del progetto il giovane scienziato/medico. Questo avviene attraverso un’investitura di responsabilità e libertà decisionale del giovane, tale da fornirgli gli strumenti per raggiungere importanti traguardi.

Oggi questo aspetto non è scontato, specialmente in Italia, dove i fondi per la ricerca sono sempre più difficili da ottenere e da indirizzare verso la formazione di nuovi giovani menti. È in questo che si distingue un grande centro di successo come il San Raffaele, dove ogni giorno giovani ricercatori affiancati da tutor/docenti di elevata levatura scientifica ed esperienza lavorativa collaborano per far avanzare il sapere scientifico e migliorare il trattamento e la cura dei pazienti. Il Merit Award è quindi un riflesso di una strutturata ed efficiente organizzazione di un centro scientifico che premia il singolo e il centro stesso dove questi lavora, facilitando un movimento di crescita volto a perpetuare la continua formazione di nuove menti e scienziati di successo”.

Ti potrebbero anche interessare