Tutte le news

Solo le mani o anche lo smartphone? Alcuni oggetti quotidiani da disinfettare

05 aprile 2020
Curiosiscienza

L’emergere della pandemia da SARS-CoV-2 ci ha portato a fare molta più attenzione all’igiene e alla pulizia. Conosciamo già le regole per una corretta e approfondita igiene delle mani, ma è buona regola pulire molto bene anche alcuni oggetti personali (che, soprattutto in questo periodo di forzata quarantena, stiamo utilizzando più del solito), per evitare la proliferazione di microrganismi indesiderati.

Lo smartphone è probabilmente l’oggetto che tocchiamo di più durante la giornata, che appoggiamo ovunque e che portiamo con noi in molte stanze (inclusi il bagno e la cucina). È opportuno disinfettarlo con prodotti a base alcolica e/o salviette antibatteriche; essendo un oggetto delicato, per non danneggiarlo bisogna innanzitutto ricordarsi di spegnerlo. Si può utilizzare un panno umido e una soluzione detergente abbastanza diluita, preferibilmente tra quelle già commercialmente disponibili. Ricordiamoci di strofinare bene specialmente lo schermo (che viene a contatto con mani e viso).

Studiare, informarsi, ma anche effettuare videochiamate e guardare film e serie tv: per tutto questo usiamo il computer, fisso o portatile, che a volte ci fa compagnia anche durante i pasti. Le tastiere meritano particolare attenzione: sarà sufficiente passarle con prodotti a base di alcool (etilico o isopropilico) per almeno il 60% o salviette antibatteriche. Lo stesso vale per la più agile alternativa rappresentata dal tablet. È una buona idea passare un panno disinfettante anche sul telecomando della tv, che viene spesso maneggiato da persone diverse. Ricordiamoci di igienizzarne il dorso e i pulsanti.

Arriviamo in cucina: l’isolamento in casa ci sta costringendo a cimentarci ai fornelli. È dunque bene ricordarsi poche regole importanti: per lavare e asciugare piatti, pentole e posate usiamo spugnette (sostituendole regolarmente) e strofinacci (lavandoli ad almeno 60°, e cambiandoli comunque con una certa frequenza). Puliamo bene anche ripiani e grill del forno. Inoltre disinfettiamo con cura, sempre con prodotti a base alcolica, i piani di lavoro come il tagliere: nei solchi creati dal coltello, infatti, proliferano volentieri i germi, specie quando tagliamo carne o pesce crudi.

Se usiamo frequentemente l’automobile per fare la spesa o recarci al lavoro, adottiamo l’abitudine di avere a disposizione salviette a base alcolica per disinfettare le maniglie, lo sterzo e la leva del cambio. Infine, poiché passa frequentemente di mano in mano, anche il denaro può diventare un veicolo di trasmissione di virus e batteri. Non è necessario disinfettare monete e banconote: è sufficiente lavarsi accuratamente le mani dopo aver maneggiato i soldi, e in particolare non toccarsi il viso dopo averlo fatto.

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Quel virus d’oltremare–ovvero, come influenzare velatamente i nostri giudizi
Curiosiscienza08 giugno 2020
Quel virus d’oltremare–ovvero, come influenzare velatamente i nostri giudizi
Smartworking e studio davanti al PC: i consigli per una postura corretta
Medicina28 maggio 2020
Smartworking e studio davanti al PC: i consigli per una postura corretta
Origine ed evoluzione delle epidemie: lezioni dalla Storia
Medicina13 maggio 2020
Origine ed evoluzione delle epidemie: lezioni dalla Storia
La
Psicologia12 maggio 2020
La "sindrome della capanna": come affrontare il timore di uscire di nuovo