Tutte le news

“Contro il Coronavirus, lavarsi le mani”: ecco i passaggi per farlo bene

11 febbraio 2020
Curiosiscienza

Contro il nuovo Coronavirus che arriva dalla Cina, ad oggi non sono disponibili terapie specifiche né vaccini. Per ridurre i rischi di contagio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia un'accurata igiene delle mani che, per essere efficace, deve durare dai 40 ai 60 secondi. Ecco come.

Come lavarsi le mani?

Per l’igiene delle mani, il Ministero della Salute raccomanda innanzitutto di usare una soluzione alcolica; acqua e sapone andrebbero invece utilizzati solo in caso di mani visibilmente sporche.

Le soluzioni alcoliche sono infatti efficaci per eliminare il virus, attraverso un meccanismo che altera la struttura chimica delle proteine e degli enzimi del virus, impedendo a queste sostanze di svolgere le loro funzioni.

Una corretta igiene delle mani richiede che si dedichi all’operazione non meno di 40-60 secondi (con acqua e sapone) e non meno di 20-30 secondi (con soluzione alcolica). A tal proposito, il Ministero della Salute ha messo a disposizione due utili infografiche per imparare a igienizzare le mani in modo corretto.

Scarica le brochure:

Come frizionare le mani soluzione alcolica Come lavare le mani acqua e sapone

Quando lavarsi le mani?

La corretta igiene delle mani deve essere particolarmente accurata:

  • dopo aver tossito, starnutito o essersi soffiato il naso
  • quando si frequentano e dopo essere stati in ambienti affollati (ospedali, mezzi di trasporto, bar e ristoranti e altri luoghi pubblici)
  • quando si trascorre molto tempo fuori casa
  • dopo aver toccato pulsanti dell’ascensore o maniglie
  • dopo essere stati a contatto con animali (dopo aver accarezzato il cane o il gatto)
  • prima e dopo mangiato, o dopo aver toccato cibo crudo, soprattutto carne e pesce

Maggiori cautele dovranno essere adottate dal personale (inclusi gli studenti) che vengono a contatto con pazienti o materiale biologico.

 

Articolo scritto in collaborazione con il Prof. Carlo Signorelli e la Prof.ssa Anna Odone, docenti di Igiene in UniSR e presso la Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva.

UniSR è tra i 5 vincitori della sfida “This is Public Health-Europe”, la competizione internazionale volta a migliorare la visibilità della salute pubblica e le opportunità di carriera in questo ambito. Leggi la nostra news

Nel 2009 l’OMS ha stabilito che il 5 maggio è la Giornata mondiale per la sensibilizzazione sull’igiene delle mani. Leggi la nostra news

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

La malattia del nuovo Coronavirus cambia nome: Covid-19 (e perché è importante rinominarla)
Curiosiscienza12 febbraio 2020
La malattia del nuovo Coronavirus cambia nome: Covid-19 (e perché è importante rinominarla)
Il regalo giusto a Natale? È questione di neuroscienze
Curiosiscienza10 dicembre 2019
Il regalo giusto a Natale? È questione di neuroscienze
La psicologia sociale del Natale: intervista all’UniSR-Social.Lab
Ricerca01 dicembre 2019
La psicologia sociale del Natale: intervista all’UniSR-Social.Lab
Perché spesso ci dimentichiamo il nome di chi abbiamo appena conosciuto?
Curiosiscienza08 novembre 2019
Perché spesso ci dimentichiamo il nome di chi abbiamo appena conosciuto?