Tutte le news

Workshop online: Epistemic responsibility, ignorance and culpability

12 febbraio 2021
Attività di ricerca

12 Febbraio 2021, h. 11:00-16:00

Il Centro di Etica e Politica (CeSEP) UniSR organizza un evento online aperto al pubblico dal titolo “Epistemic responsibility, ignorance and culpability”.

Il workshop si svolgerà su Microsoft Teams venerdì 12 febbraio.

La partecipazione è completamente gratuita.

Il programma

Nel corso del workshop, che si terrà interamente online, si susseguiranno i seguenti interventi:

  • h. 11 - Massimo Reichlin, Roberta Sala
    Welcome and Introduction

  • h. 11:15 - Anne Meylan, University of Zurich
    Ignorance vs. ignoring: which is the culprit?

  • h. 12 - Carla Bagnoli, Università di Modena
    Self-alienation as culpable ignorance

  • h. 12:45 - Lunch break

  • h. 14:30 – Jan Willem Wieland, Vrije Universiteit Amsterdam
    Culpable Ignorance: Ordinary and Detached

  • h. 15:15 – Francesca Pongiglione, Carlo Martini, Università Vita-Salute San Raffaele
    Climate change, epistemic vices and fake news

Come partecipare

Gli studenti e i docenti UniSR possono accedere al team (eventi Cesep-Centro Studi di Etica e Politica) utilizzando questo codice: rhtboos.

Gli esterni interessati possono richiedere il link per accedere al workshop scrivendo una mail al seguente indirizzo: pongiglione.francesca@unisr.it

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Continuano online i Gender Lunch Seminars: 6 maggio 2021 il prossimo incontro
Attività di ricerca06 maggio 2021
Continuano online i Gender Lunch Seminars: 6 maggio 2021 il prossimo incontro
Nel progetto “100Esperte” anche alcune filosofe UniSR
Filosofia10 marzo 2021
Nel progetto “100Esperte” anche alcune filosofe UniSR
Progetto NeOn: UniSR nel consorzio di ricerca guidato da Dompé
Attività di ricerca17 dicembre 2020
Progetto NeOn: UniSR nel consorzio di ricerca guidato da Dompé
Antipertensivi contro Covid-19: nel team gli statistici UniSR
Attività di ricerca14 dicembre 2020
Antipertensivi contro Covid-19: nel team gli statistici UniSR