Tutte le news

Al Prof. Necchi il Premio “Beppe Della Porta” consegnato dal Presidente della Repubblica

03 novembre 2023
Premi e riconoscimenti

Lunedì 30 ottobre, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si è tenuta al Palazzo del Quirinale l’annuale cerimonia dedicata a Fondazione AIRC, appuntamento che apre “I Giorni della Ricerca”, iniziativa che dal 1995 informa l’opinione pubblica sui più recenti progressi della ricerca oncologica, dalla prevenzione, diagnosi e cura del cancro, e coinvolge i cittadini alla donazione per sostenere le carriere dei giovani ricercatori e nuovi programmi scientifici.

Il Ministro della Salute Orazio Schillaci, il Ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini, il Presidente Andrea Sironi e il Direttore Scientifico Federico Caligaris Cappio di Fondazione AIRC, il Dottor Luca Boldrini, medico e ricercatore presso il Policlinico Gemelli di Roma, hanno presentato al Presidente Sergio Mattarella i risultati di un anno di lavoro per la prevenzione, la diagnosi e la cura del cancro. È stata sottolineata la complessità che caratterizza la ricerca oncologica e la necessità di rafforzare i finanziamenti per rispondere al crescente fabbisogno per quei progetti di eccellente qualità scientifica che, oggi, restano in parte esclusi dall’investimento pur rilevante di Fondazione AIRC: oltre 137 milioni di euro nel solo 2023 destinati a 6.000 ricercatori e ricercatrici al lavoro prevalentemente in istituzioni pubbliche.

L’Italia ha una lunga storia di eccellenza nella ricerca scientifica ma, mentre altri Paesi europei hanno aumentato gli investimenti, nel nostro Paese investiamo ancora troppo poco” – ha dichiarato Andrea Sironi. “Dalla crisi del 2008 la spesa pubblica in ricerca e sviluppo ha subito una costante riduzione ed è scesa allo 0,55% del PIL per risalire solo negli ultimi tre anni allo 0,65%. Sommando la spesa privata a quella pubblica si arriva a 1,46% del PIL, un valore molto inferiore a quello delle principali economie dell’Unione Europea (Francia al 2,45%, Germania sopra al 3%). A fronte di questi dati, la comunità scientifica italiana si trova a fronteggiare una situazione complessa che mette a rischio la capacità del Paese di competere globalmente e di attrarre e trattenere i giovani più capaci e promettenti, quei giovani che noi stessi formiamo nelle nostre università con investimenti significativi. Occorre investire per invertire questa tendenza dal momento che il cancro resta un’emergenza nazionale e la ricerca scientifica è l’unica vera arma che abbiamo per combattere il cancro al fianco della prevenzione e della diagnosi precoce. Un impegno per il quale AIRC intende fare la sua parte in sinergia con il governo, le istituzioni accademiche e le imprese”.

Il Premio "Beppe Della Porta" al Prof. Necchi

Al termine della cerimonia, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha consegnato quattro importanti riconoscimenti a scienziati e sostenitori di AIRC. Il Premio biennale “Beppe Della Porta” è stato assegnato ad Andrea Necchi, Professore Associato di Oncologia Medica UniSR e medico oncologo presso l'Unità di Oncologia Medica dell’IRCCS Ospedale San Raffaele per gli studi pionieristici sull’utilizzo dell’immunoterapia neoadiuvante nel carcinoma della vescica. Il Premio nasce per favorire il consolidamento della carriera scientifica di un giovane ricercatore che, operando presso una struttura scientifica del nostro Paese, abbia ottenuto risultati originali e di risonanza internazionale nel settore della ricerca sul cancro.

Commenta il Prof. Necchi:

“Questo riconoscimento premia l’attività che l’intero mio gruppo ha svolto negli ultimi 5 anni attraverso la conduzione di studi clinici con immunoterapia pre-operatoria nelle neoplasie vescicali muscolo-infiltranti. Da questi studi sono state generate molte evidenze a favore del ruolo dei biomarcatori predittivi di risposta all’immunoterapia, studi che sono stati possibili grazie al contributo di AIRC, e che proseguono anche oggi grazie ad un investigator grant AIRC con il quale applicheremo le evidenze acquisite ad una nuova generazione di trials clinici nello stesso setting di pazienti”.

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

UniSR un primato a livello mondiale
Premi e riconoscimenti05 giugno 2024
UniSR un primato a livello mondiale
Boletta e Iannacone vincitori di due ERC Advanced Grants
Premi e riconoscimenti11 aprile 2024
Boletta e Iannacone vincitori di due ERC Advanced Grants
Assegnato il finanziamento ERC Consolidator Grant al dott. Donato Inverso
Premi e riconoscimenti08 marzo 2024
Assegnato il finanziamento ERC Consolidator Grant al dott. Donato Inverso
Al Prof. Naldini il Phacilitate Lifetime Achievement Award 2024 per le terapie avanzate
Premi e riconoscimenti22 gennaio 2024
Al Prof. Naldini il Phacilitate Lifetime Achievement Award 2024 per le terapie avanzate