16 dicembre, ore 15.00: “La religione e il tragico” – Prof. Vincenzo Vitiello

22 novembre 2016

Affrontare, da diverse prospettive, il tema del dramma della vita, cercando di comprendere come il nostro pensiero nasca proprio da questo factum; rileggerlo attraverso le categorie del tragico e del comico, essenziali per una sua piena comprensione; condividere, in ultimo, riflessioni fondamentali per comprendere il motivo che spinge al pensiero filosofico. Sono questi gli obiettivi principali del ciclo di incontri “Il pensiero quale risposta al dramma della vita. Un viaggio attraverso il tragico e il comico serie di eventi pensati per riaccendere un interesse profondo per i temi in gioco e trasmettere la loro urgenza, concretezza e attualità; il senso del pensiero, infatti, appartiene alla categoria di evidenza oltre-storica: ciò che è sempre presente, oltre le configurazioni storico-civili che di volta in volta si affermano. Un programma ricco di incontri, tenuti da noti relatori del panorama culturale italiano tra i quali Massimo Cacciari, Massimo Donà, Bruno Forte, Giuseppe Girgenti, Giacomo Petrarca, Carlo Sini, Francesco Valagussa e Vincenzo Vitiello.

Il prossimo incontro si terrà venerdì 16 dicembre, ore 15.00,
“La religione e il tragico”, relatore: prof. Vincenzo Vitiello

Introduce Domenico Andrea Virgallita

La relazione si concentrerà su un’opera, le Baccanti di Euripide, soffermandosi sulla figura di Dioniso. Tale opera sarà vista come la testimonianza di un rapporto del tutto particolare e, come si vedrà, fondativo, con l’ambito del religioso.

Per maggiori dettagli sul programma, gli incontri ed i relatori visitare il link

Ti potrebbero anche interessare