Tutte le news

Al San Raffaele corso residenziale sulla gestione del paziente con leucemia linfatica cronica

02 novembre 2017
Medicina

Il 6-7 Novembre e 16-17 Novembre 2017 il San Raffaele ospiterà un corso residenziale intitolato “La sfida delle targeted therapies nella pratica clinica quotidiana: la gestione del paziente con leucemia linfatica cronica”. Responsabile scientifico del Corso sarà il Prof. Paolo Ghia, Associato di Medicina Interna presso l’Università Vita-Salute San Raffaele e Responsabile del programma di Ricerca Strategica sulla Leucemia Linfatica Cronica.

La gestione ed il trattamento dei pazienti con leucemia linfatica cronica (LLC) è cambiata radicalmente negli ultimi anni, fino a giungere alla prospettiva di un’era in cui non sarà più necessario ricorrere alla chemioterapia. Orientarsi nella scelta dei nuovi farmaci e nella gestione dei possibili effetti collaterali non è semplice: questo corso è stato pensato per poter fornire non solo le basi teoriche ma anche l’esperienza pratica dell’utilizzo di tali terapie nella vita reale e concreta, con uno sguardo anche ai nuovi farmaci attualmente in fase di studio che potrebbero presto entrare a far parte del nostro armamentario terapeutico. Solo attraverso la condivisione di percorsi diagnostici e di linee guida comuni si potrà giungere ad una corretta gestione del paziente con LLC nell’era delle terapie personalizzate.

 

La brochure del corso è disponibile qui.

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

DRItti a Voi: il 3/12 torna l’appuntamento dedicato al diabete di tipo 1
Medicina29 novembre 2021
DRItti a Voi: il 3/12 torna l’appuntamento dedicato al diabete di tipo 1
Migliorare il trattamento dei tumori attraverso l’intelligenza artificiale
Medicina10 novembre 2021
Migliorare il trattamento dei tumori attraverso l’intelligenza artificiale
Ricerca e Innovazione su tematiche Green: Bandi PON 2021 aperti
Ricerca01 ottobre 2021
Ricerca e Innovazione su tematiche Green: Bandi PON 2021 aperti
Scoperte nuove cellule nel fegato: potrebbero essere efficaci contro l’epatite B
Medicina01 settembre 2021
Scoperte nuove cellule nel fegato: potrebbero essere efficaci contro l’epatite B