Tutte le news

Gli studenti di Infermieristica UniSR per la Basic Life Support (BLS) Marathon

23 gennaio 2018
Medicina

Imparare a mettere in atto diverse tecniche “salvavita”: è la Basic Life Support (BLS) Marathon che gli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica del nostro Ateneo hanno sperimentato nella mattinata del 23 Gennaio.

Da diversi anni si assiste a una crescente diffusione di tecniche “salvavita”, di primo soccorso, ad ogni livello della società (ad esempio nei supermercati, nelle scuole, nelle palestre); a maggior ragione, è necessario che su tali argomenti siano ben formati i professionisti della salute.

Nella Basic Life Support (BLS) Marathon un gruppo di esperti istruttori dell’Ospedale San Raffaele (infermieri e medici) ha attrezzato la Hall del Ciborio in un percorso a tappe, una vera e propria maratona, percorrendo la quale ogni studente del Corso di Laurea in Infermieristica è esposto a diverse situazioni simulate. In ogni stazione, lo studente mette in pratica alcune delle tecniche necessarie alla rianimazione cardiopolmonare in situazioni di emergenza-urgenza con l’ausilio di vari strumenti, device e appositi manichini dinamici che simulano tutte le condizioni vitali del paziente. La maratona è avvenuta sotto l’attenta supervisione delle docenti incaricate, le infermiere Alessandra Negro e Maria Teresa Cibelli.

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Scoperte nuove cellule nel fegato: potrebbero essere efficaci contro l’epatite B
Medicina01 settembre 2021
Scoperte nuove cellule nel fegato: potrebbero essere efficaci contro l’epatite B
Descritta differenza molecolare tra infezioni da SARS-CoV-2 di diversa gravità
Medicina26 agosto 2021
Descritta differenza molecolare tra infezioni da SARS-CoV-2 di diversa gravità
Dottorati UniSR 2021-2022: scegli il percorso per te
Attività di ricerca10 luglio 2021
Dottorati UniSR 2021-2022: scegli il percorso per te
Mappare il microambiente del midollo osseo per trattare la leucemia
Premi e riconoscimenti10 marzo 2021
Mappare il microambiente del midollo osseo per trattare la leucemia