Tutte le news

#LiveUniSR: racconti di vita studentesca anche da casa

21 aprile 2020
Ateneo

L’emergenza associata alla presenza del Sars CoV-2 ha portato tutti a modificare le proprie abitudini e la nostra quotidianità è stata quindi rivoluzionata; ma non del tutto fortunatamente!

La voglia di fare e la resilienza che sta caratterizzando questo particolare momento, ha preso il sopravvento e tanti hanno adattato i propri impegni alle nuove esigenze; l’Università ha infatti trasferito le aule nelle case e nei pc dei singoli studenti che da febbraio hanno la possibilità di seguire le lezioni da casa. Questo switch ha permesso anche di riappropriarsi del proprio tempo e coltivare i propri interessi.

#iorestoacasa: cosa fanno gli studenti unisr?

Ogni studente ha fatto proprio lo slogan #iorestoacasa, riorganizzando la propria giornata e modificando il modo di rapportarsi agli altri.

I rapporti sociale e d’amicizia hanno trovato nuovi spazi d’interazione e l’estro e la creatività ha portato gli studenti UniSR ad inventarsi e sviluppare modi sempre diversi per incontrarsi.

Questo è quello che avvenuto anche per i componenti dei numerosi gruppi studenteschi UniSR, che hanno proseguito con le proprie attività. 

Musica, arte, teatro, analisi sociali e perché no, anche lo sport, hanno trovato uno spazio di manovra sui social, tra concertini live, quiz sui social, pillole di economia-politica e allenamenti. 

IoCiSuono: la community si sposta online! 

Da più di dieci anni il gruppo studentesco IoCiSuono propone ogni primavera un festival musicale dove band studentesche si esibiscono di fronte a centinaia di spettatori. Partito come un festival oggi è divenuta una vera e propria Community dove musicisti, cantanti e semplici appassionati si riuniscono sotto una passione comune: la musica.  In questi giorni la Community ha saputo adattarsi, reinventarsi e rimanere in contatto.

Giusi Fazzari, studentessa del III anno di Medicina e Chirurgia

Giusi ci racconta che "Anche a Milano, in questi anni, ho avuto l’occasione di coltivare questa passione grazie ad una piccola band, di cui sono la tastierista, creata con alcuni compagni di corso per partecipare ad uno degli eventi organizzati dal gruppo studentesco IoCiSuono, del cui staff sono entrata a far parte proprio quest’anno e grazie al quale ho conosciuto persone bellissime.

Con gli altri organizzatori di IoCiSuono siamo stati impegnati in questi mesi alla preparazione del tradizionale festival musicale di primavera, previsto per fine marzo. La serata come tutti gli anni, avrebbe coinvolto studenti di tutte le facoltà, specializzandi e alcuni professori. Purtroppo, però, gli eventi di questi ultimi mesi ci hanno impedito di realizzare il concerto che è diventato un appuntamento fisso nella nostra comunità studentesca e costituisce un momento informale di festa atteso da tutti. 
Ciononostante, non ci siamo lasciati scoraggiare! 

Stiamo continuando a organizzare le nostre riunioni in videochiamata e non mancano le occasioni di trasformarle in concertini improvvisati con strumenti di fortuna.
Insomma, cerchiamo di settimana in settimana modi diversi sentirci tutti vicini nonostante la lontananza. E per quanto ci è possibile, nel nostro piccolo, di trasmettere ottimismo e speranza alle persone che conosciamo, usando l’espediente della musica come collante. "

 

Alice Manera, 2° anno Ricerca Biotecnologica in Medicina

Alice ci racconta come "La Community IoCiSuono  non si rivolge solo ai musicisti o a professionisti, ma è un punto di riferimento per tutti gli studenti che abbiano voglia di mettersi in gioco, quando lasciano momentaneamente da parte libri e camici. 
Da alcuni mesi faccio parte del team che si occupa della gestione dei nostri canali social. Abbiamo avuto modo di lavorare a molte idee.
Tra questi il nostro primissimo filtro su Instagram, che ho creato personalmente. È stato molto divertente perché ho avuto modo di imparare a usare un programma per la progettazione di filtri in realtà aumentata di cui non sapevo nulla, ma sono anche molto soddisfatta perché il feedback che stiamo ricevendo da chi ci segue sui social è davvero positivo.
Questo filtro, assieme ad altri progetti - tra cui la pubblicazione settimanale delle 

Music Tips, nelle quali raccontiamo curiosità circa ricorrenze del mondo della musica - ci hanno dato la possibilità di stabilire un contatto diverso, ma efficace, con gli altri studenti e le altre associazioni dell’Università San Raffaele.

Ma nonostante la situazione siamo tutti carichi di energia e pieni di speranze, ed è forse questo che ci permette di andare avanti con uno sguardo al futuro. Immagino il giorno in cui tutto questo sarà finito e potremo parlarne al passato, e perché no, tornare a festeggiare con un nuovo e grandissimo festival! " 

*Foto di copertina: Alice Manera

I ragazzi di IoCiSuono stanno ora lavorando ad un altro progetto, coinvolgendo amici, colleghi e tanti altri; ma non sveliamo troppo, i membri del San Raffaele avranno presto una bella sorpresa.  E voi li state seguendo? Follow @iocisuono

 

#LiveCampus

Anche tu vuoi condividere la tua esperienza? Scrivi a live.campus@unisr.it.

 

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Il Prof. De Bonis riconfermato in un importante ruolo nella Società Europea di Cardiochirurgia (EACTS).
Ateneo20 maggio 2020
Il Prof. De Bonis riconfermato in un importante ruolo nella Società Europea di Cardiochirurgia (EACTS).
UniSR e Fase2: i servizi aperti agli studenti
Ateneo20 maggio 2020
UniSR e Fase2: i servizi aperti agli studenti
PATHS: approfondire la filosofia attraverso la didattica a distanza
Filosofia19 maggio 2020
PATHS: approfondire la filosofia attraverso la didattica a distanza
Disposizioni in atto per la comunità Universitaria in merito a SARS-CoV-2
Ateneo15 maggio 2020
Disposizioni in atto per la comunità Universitaria in merito a SARS-CoV-2