Tutte le news

#TalentiUniSR: Martina Absinta

14 febbraio 2018
Premi e riconoscimenti

Un percorso incredibile, fatto di entusiasmo e tenacia, interamente svolto presso l’Università Vita-Salute San Raffaele: Laurea in Medicina e Chirurgia, Specializzazione in Neurologia e Dottorato in Medicina Molecolare – Neurologia Sperimentale. Martina Absinta entra a pieno diritto tra i nostri #TalentiUniSR: neurologa e ricercatrice formata presso il nostro Ateneo, dal 2012 lavora al National Institutes of Health (NIH) con sede a Bethesda (a nord di Washington, USA), dove il suo gruppo di ricerca ha “riscoperto” la presenza di vasi linfatici nella dura madre delle meningi. “Riscoperto – specifica – perché già descritti nell’’800 dall’anatomista italiano Paolo Mascagni ma non considerati per circa 200 anni dall’intera comunità scientifica”. Oltre ai vasi linfatici, la “rete” responsabile dell’eliminazione dei prodotti di scarto nel nostro corpo, Martina studia come l’infiammazione cronica a livello delle placche di Sclerosi Multipla impedisca al cervello di ripararsi in maniera corretta.

Nome

Martina Absinta

Il tuo percorso universitario

Tutto il mio percorso universitario è stato effettuato presso l’Università Vita-Salute San Raffaele ed include la Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita nel 2006, la Specializzazione in Neurologia nel 2012 e il Dottorato in Medicina Molecolare – Neurologia Sperimentale conseguito nel 2016

Perché ti sei iscritto all’Università Vita-Salute San Raffaele

Perché mi offriva la possibilità di entrare in contatto con la parte più sperimentale della medicina, vale a dire la ricerca scientifica

Che opportunità ti ha dato il nostro Ateneo

  • ottima formazione clinica (in particolare presso il reparto di Neurologia, diretto dal Giancarlo Comi);
  • l’incontro con la ricerca scientifica e le persone che fanno ricerca (in particolare presso la Neuroimaging Research Unit, diretta dal Massimo Filippi);
  • partecipazione a congressi internazionali;
  • l’opportunità di trascorrere parte del training clinico e di ricerca all’estero (sono stata Visiting Fellow per 2 anni e mezzo presso l’NIH – parte dell’ultimo anno di Specializzazione in Neurologia e parte del Dottorato di Ricerca)

Di cosa ti occupi attualmente

Sono ricercatrice presso National Institute of Neurological Disorders and Stroke (NINDS), National Institutes of Health (NIH), Bethesda, USA. Qui utilizzo le competenze scientifiche nell’ambito del neuroimaging (acquisite principalmente presso il laboratorio del Prof. Massimo Filippi) su magneti ad altissima risoluzione (7-tesla MRI) coniugate con nuove competenze quali lo studio patologico dei tessuti cerebrali (neuropatologia). Con questo duplice approccio (neuroimaging e neuropatologia) studio principalmente come l’infiammazione cronica a livello delle placche e delle leptomeningi [il complesso del foglietto viscerale dell’aracnoide e della pia madre, N.d.R.] di pazienti con Sclerosi Multipla impedisca al cervello di ripararsi in maniera appropriata (remielinizzazione). Le mie principali pubblicazioni scientifiche possono essere trovate su Pubmed

Il tuo miglior pregio

Sono molto organizzata

Citazione preferita

“Travel as much as you can. As far as you can. As long as you can. Life’s not meant to be lived in one place”

Il tuo sogno nel cassetto

Aprire un laboratorio di MRI-pathology [che studia le malattie neurologiche tramite un duplice e complementare  approccio: neuropatologia e Risonanza Magnetica Nucleare, N.d.R.]

Condividi l'articolo

Ti potrebbero anche interessare

Bandi Fondazione Cariplo 2019: importanti finanziamenti per 4 ricercatori UniSR
Premi e riconoscimenti23 gennaio 2020
Bandi Fondazione Cariplo 2019: importanti finanziamenti per 4 ricercatori UniSR
Due laureati UniSR tra i vincitori dei “Top Trainee Abstracts” dell’American Society of Hematology
Premi e riconoscimenti17 dicembre 2019
Due laureati UniSR tra i vincitori dei “Top Trainee Abstracts” dell’American Society of Hematology
#TalentiUniSR: Paolo Strati
Premi e riconoscimenti22 settembre 2019
#TalentiUniSR: Paolo Strati
#GRANTWINNERS: uno studio UniSR indagherà i meccanismi della fragilità nell’anziano
Premi e riconoscimenti06 settembre 2019
#GRANTWINNERS: uno studio UniSR indagherà i meccanismi della fragilità nell’anziano