Dottorato di Ricerca Internazionale in Medicina Molecolare

Dottorato di Ricerca Internazionale in Medicina Molecolare

Prima fase di valutazione

L'ammissione ad uno dei Curricula del Corso di Dottorato avviene previo superamento di una valutazione comparativa articolata in due fasi di valutazione come indicato nel Bando di Concorso.

Ai fini della graduatoria finale, che sarà espressa in centesimi, potranno essere attribuiti fino ad un massimo di 30 punti ai titoli presentati ed alle referenze del candidato e fino ad un massimo di 70 punti alla seconda fase di valutazione.

La prima fase, per la quale non è richiesta la presenza dei candidati,  è effettuata dalla Commissione Giudicatrice e riguarda la valutazione:

a. dei titoli presentati tramite la compilazione del modulo elettronico;

b. della dichiarazione scritta relativa ai propri interessi di ricerca;

c. delle lettere di referenza trasmesse direttamente all’Ufficio Dottorati dai referenti indicati dal candidato nella domanda di ammissione.

La Commissione Giudicatrice procede quindi con la valutazione comparativa dei titoli dei candidati e predispone la graduatoria degli ammessi alla seconda fase.

Saranno ammessi alla seconda fase solo i candidati che avranno ottenuto un punteggio maggiore o uguale al 50% del punteggio massimo attribuibile per la valutazione titoli (30 punti).

Ai candidati idonei alla seconda fase, saranno fornite tre pubblicazioni scientifiche, selezionate dalla Commissione. Il candidato dovrà scegliere tra queste la pubblicazione, quella da discutere durante il colloquio.

Seconda fase di valutazione

La seconda fase di valutazione consiste in un colloquio scientifico ed attitudinale con la Commissione Giudicatrice,sostenuto preferibilmente in lingua inglese, secondo i criteri di valutazione stabiliti preliminarmente dalla Commissione stessa.

I candidati, qualora impossibilitati a sostenere i colloqui in UniSR, possono fare richiesta alla Commissione di sostenerli in videoconferenza. Valutate le motivazioni della richiesta, la Commissione può autorizzare tale modalità di colloquio.

I candidati dovranno presentarsi al colloquio muniti documento di riconoscimento.

Il colloquio riguarda:

  • la preparazione generale e specifica dei candidati;
  • la conoscenza della lingua inglese;
  • la motivazione ad intraprendere il dottorato ed il successivo percorso professionale di ricerca.

Il colloquio è articolato in:

  • autopresentazione.
  • discussione della pubblicazione scientifica scelta dal candidato tra le tre proposte.

Saranno valutati in particolare, ma non esclusivamente, la capacità di analisi del dato, la conoscenza delle tecnologie utilizzate, l’inquadramento e la capacità di inquadrare la significatività del dato nel panorama scientifico

 Al termine della seconda fase di valutazione, la Commissione Giudicatrice stila, sulla base di una valutazione comparativa, la graduatoria finale.

Saranno considerati non idonei i candidati con un punteggio finale inferiore al 60% del punteggio totale attribuibile (100 punti).

Attribuzione delle posizioni

La graduatoria finale - pubblicata sul sito d'Ateneo - è unica e viene aggiornata in caso di rinunce e/o decadenze; eventuali riformulazioni della stessa sono comunicate tramite il sito.

L’assegnazione delle posizioni avviene in base all’ordine della graduatoria, alle posizioni disponibili e alle preferenze espresse dal candidato.

In caso di rinunce/decadenze degli aventi diritto, subentreranno altrettanti candidati, secondo l'ordine della graduatoria.

A seguito della pubblicazione della graduatoria sono organizzati dei colloqui di orientamento in cui ogni dottorando può incontrare i referenti dei progetti scelti al momento della sottomissione della domanda di partecipazione al concorso.

Entro il giorno successivo ai colloqui, i candidati devono comunicare all’Ufficio Dottorati, tramite email, il progetto selezionato.

Nel caso in cui questo non fosse più disponibile, il candidato dovrà comunicare con le stesse modalità utilizzate in precedenza ed entro il giorno successivo alla comunicazione ricevuto dall'Ufficio Dottorati, fino a 3 ulteriori preferenze tra i progetti ancora disponibili.

A seguito di ulteriori colloqui, entro il giorno successivo allo svolgimento dei colloqui stessi il candidato dovrà comunicare all'Ufficio Dottorati, via email, il progetto scelto.

Nel caso di un candidato interessato ad una borsa PhS, questi dovrà selezionare un solo ulteriore progetto tra quelli presentati dalla Scuola di Specializzazione di afferenza. Qualora tutti i progetti presentati per la suddetta scuola fossero già stati assegnati, il candidato decade dalla graduatoria.

La mancanza delle comunicazioni di cui sopra, con le modalità ed entro i termini indicati nel bando di concorso, comporta la decadenza del candidato dalla graduatoria.

Una volta conclusa la fase di assegnazione, verrà pubblicata la graduatoria definitiva che riporterà anche il progetto scelto da ogni vincitore di posizione.